8 Luoghi da Visitare in Giappone

ponte rosso a kyoto

La cosa più difficile quando si vuole organizzare un viaggio alla scoperta di un paese straniero in cui non si è mai stati è quella di scegliere accuratamente i posti da visitare. L’organizzazione, il calcolo delle tempistiche e lo stilare un programma che sia il più possibile efficiente e che metta d’accordo tutti sono il segreto di un viaggio ben realizzato.

Facile a dirsi, meno a farsi… Come si può sapere in anticipo quali luoghi si vogliono vedere se in quella città o in quel paese non sei mai stati? Il mio consiglio è quello di prepararsi un piccolo promemoria giornaliero, segnando alcune tappe fondamentali cercando di impostare bene il programma tenendo conto delle distanze. Seguendo quel programma e, a seconda degli imprevisti, potrai arricchire il tuo viaggio con esperienze meravigliose.

Se, ad esempio, stai programmando di fare un viaggio in Giappone, ti consiglio questi 8 luoghi veramente imperdibili.

8 Città Imperdibili dell Giappone: Cosa Vedere

Tokyo, mettiamo per prime le scelte più ovvie. C’è chi dice che Tokyo o si odia o si ama, ma di certo non ti lascia indifferente. Nonostante quello che si vede e si sente di solito, non aspettatevi una città futuristica o una particolare struttura architettonica delle case o dei palizzi. Il vero spettacolo della città sono le oltre 13 milioni di persone che brulicano letteralmente sulle strade, Tokyo è un posto pieno di vita e di folklore come nessun altro in Giappone e che va sicuramente visto. I posti migliori da vedere, dal mio punto di vista, sono Shibuya e il parco Yoyogi la domenica, ritrovo principale degli abitanti di Tokyo.

tempio a kyotoKyoto, anche conosciuta come la città più zen del Giappone, ha infatti il maggior numero di templi e santuari di tutto il Giappone. Mentre si passeggia per Kyoto la maggior parte degli edifici sono sobri ed eleganti, così come trovi sempre calmi e pacati la maggior parte degli abitanti, eppure a volte si è piacevolmente sorpresi da una bella signora in kimono per strada o nei principali luoghi di culto. Ti dico subito che vedere tutti i templi di Kyoto sarebbe un’impresa titanica, bisognerebbe davvero passare giornate intere a vistitarla. I miei consigli sono di visitare il Sacrario Fushimi Inari Taisha ed il Padiglione d’oro, ma se siete in cerca di un po’ di pace e tranquillità e volete stare in mezzo alla natura, allora vi consiglio la foresta di bambù di Arahiyama, davvero imperdibile.

Nikko è la patria di alcuni dei templi e dei santuari più belli del Giappone ed è stato dichiarato patrimonio mondiale dell’UNESCO. Lontano dallo stile architettonico tradizionale giapponese, gli edifici sono decorati d’oro. I sentieri che collegano i vari templi sono incorniciati da una foresta di alberi di cedro gigante. L’intero complesso può essere visto in circa tre ore, ma è distante due ore di treno da Tokyo quindi pianificate bene ed in anticipo la vostra giornata.

Nara, la ex capitale del Giappone, è un posto molto importante e ricco di storia, pensate solo al fatto che anche i santuari ed i templi di Nara sono inclusi tra i siti protetti dell’Unesco. Una volta giunti in città, visitare tutte le attrazioni principali è molto semplice, perchè sono tutte racchiude all’interno del parco Nara dove potete vedere e nutrire 1.200 cervi… o solamente un paio se non avete abbastanza tempo.

Kamakura è una cittadina residenziale tranquilla che dista solamente un’ora di treno da Tokyo. Conosciuta principalmente per il grande Buddha di bronzo (Daibutsu) a Kotokii-in, il secondo monumento più grande di Buddha del Giappone, ci sono anche molti altri templi zen e scintoisti da scoprire, tanto che una gita di un giorno potrebbe non essere sufficiente. Rispetto alle grandi città come Tokyo, Osaka e Kyoto, Kamakura è un’oasi di pace e tranquillità che si arriva ad apprezzare veramente una volta che hai speso un paio di giorni nelle metropoli sopracitate.

Magame era la 43esima stazione, per un totale di 69, della antica strada che collegava Kyoto ed Edo (oggi Tokyo) durante il periodo Edo. Al giorno d’oggi è costituito da una fila di case di legno perfettamente ristrutturate, la maggior parte delle quali sono state costruite a metà del 18esimo secolo dalla gente comune Queste case ospitano principalmente negozi, ristoranti e piccole sale espositive, il che rende una gita a Magame rilassante ed educativa.

Continuiamo i consigli con Takayama, cittadina famosa per il suo centro storico ancora perfettamente conservato risalente al periodo Edo. Le vecchie case oggi ospitano negozi di souvenir, ristoranti e parecchie distillerie dove gustare un ottimo sake. Camminando per quelle vecchie stradine ci si può perdere nel fascino del periodo Edo, è come tornare indietro ai fasti di un tempo. C’è una ricchezza di dettagli legati alla vita quotidiana tradizionale del Giappone che il tempo sembra essersi fermato. Alcune delle case sono ancora aperte al pubblico e forniscono una finestra sulla vita dei commercianti locali, sull’artigianato e l’arte di Takayama. Da segnalare che non lontano dal centro della città troviamo il Folk Hida Museum, un museo popolare di importanza e rilievo a livello nazionale in Giappone.

Il castello di Matsumoto, conosciuto anche come il castello di Crow, è uno dei più bei castelli del Giappone. Il castello si trova a circa due ore e mezzo di treno da Tokyo, ma la vista della sua facciata bianca e nera vale da sola la durata del viaggio. Il castello di Matsumoto è uno dei quattro castelli designati come tesori nazionali del Giappone.

Le foto utilizzate in questo articolo sono state scattate da Stefano Longo, se vuoi conoscere meglio il Giappone o non sai come organizzare un tour puoi seguire i suoi consigli su Volcano Hub. Questi infatti sono otto luoghi da non perdere in Giappone, ma sicuramente non rispecchiano i gusti e le idee di tutti, tanto dipende da quali sono i vostri interessi e quello che davvero volete vivere nel vostro viaggio.

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo