Il Teatro Massimo di Palermo, assolutamente da visitare

Teatro Massimo nel periodo di natale

Palermo è una città splendida da visitare, in ogni periodo dell’anno, grazie al clima mite e temperato. Uno degli appuntamenti classici a cui un turista appena sbarcato a Palermo non può rinunciare è sicuramente il Teatro Massimo. Qualsiasi turista che si rispetti e che abbia visitato Palermo non manca nel proprio curriculum il luogo appena citato.

Almeno una volta nella vita bisogna aver visitato questa spendida città ricca di momumenti e cultura, magari usufruendo di alcune offerte hotel a Palermo. Di questi tempi le occasioni per visitare la città non mancano, specie se si cercano soluzioni economiche.

Una volta trovata la sistemazione più adatta in qualche hotel o residence non resta che visitare la città.

Tappa immancabile è il Teatro Massimo, di architettura neoclassica, simmetrico rispetto all’asse d’ingresso, progettato e costruito ad opera dell’architetto Giovan Battista Filippo Basile e concluso poi dal figlio Ernesto, anch’esso architetto, dopo la morte del padre.

Il Massimo, come lo chiamerebbe qualsiasi buon palermitano è il teatro lirico più grande d’Italia e uno dei più grandi d’Europa. Al suo interno potrete trovare alcune peculiarità che vi lascieranno di stucco, oltre che la sua bellezza. Nell’ingresso del teatro troverete il modellino originale di legno in scala realizzato dall’architetto Basile per la realizzazione dell’opera. Il modellino si apre in due lungo la sezione centrale, così da mettere in mostra la simmetria architettonica del teatro.

Una sala molto curiosa del teatro è la rotonda del mezzogiorno o sala pompeiana. In origine era riservata solo agli uomini, molto probabilmente per parlare di affari prima e durante le pause delle opere. Ma la curiosità di questa sala sta nella risonanza particale che essa offre. La sala pompeiana è una sala circolare con il soffitto a cupola. Quando visiterete il teatro posizionatevi al centro di questa sala e provate a dire qualcosa. Noterete subito che la vostra voce risulterà molto amplificata, già questo sarebbe un fatto abbastanza curioso e divertente, ma non è finita qui. Chi sta al di fuori del centro, non sentirà la vostra voce amplificata, ma sentirà la vostra voce allo stesso volume col quale effettivamente l’avete emessa. Ovviamente se chi sta fuori dal centro della sala è in silenzio, anche perchè in ogni caso la conformazione della sala stessa offre una grande risonanza acustica.

Per visitare Palermo e il Teatro Massimo, magari con un occhio al portafogli sfruttando le offerte di Pasqua in un hotel di Palermo, non resta che andarci e godere delle bellezze architettoniche e, perchè no, anche della rinomata gastronomia palermitana.

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo