Le isole della Costa Smeralda: perle del territorio italiano

Situata nella zona nord-orientale della Sardegna, la Costa Smeralda rappresenta una delle  mete privilegiate dei moltissimi turisti che ogni anno visitano l’isola. Le bellissime spiagge sabbiose, le insenature, le isole e i promontori si estendono per un totale di 55 km, facendo della Costa Smeralda la più lunga delle riviere italiane. Inutile dire che la Costa Smeralda è particolarmente apprezzata dagli amanti del mare, grazie alla straordinaria trasparenza delle sue acquee cristalline e agli splendidi paesaggi incontaminati, frutto anche dell’attività del Consorzio Costa Smaralda. Il Consorzio è un’associazione costituita dai proprietari degli appezzamenti terrieri della Costa che ha lo scopo di tutelare i paesaggi preservandone l’aspetto naturale e di valorizzare il territorio promuovendone lo sviluppo.

I principali centri della riviera sono Porto Cervo , Capriccioli, Poltu Cuatu, e Liscia di Vacca. Ma non  è tutto. Chi visita la Costa Smeralda rimane inevitabilmente affascinato dalle isole, che non può non visitare. Ecco una breve descrizione delle più affascinanti.

Isola dei Cappuccini
Natura incontaminata, lusso ed esclusività: ecco un riassunto di quello che offre questo straordinario gioiello di 3000 metri quadrati situato a meno di 500 metri a nord-ovest della penisola in Gallura, di fronte alla bellissima spiaggia di Liscia di Vacca. L’isola è particolarmente nota per il convento dei Frati Cappuccini e per la sua appartenenza al Parco Internazionale Bocche di Bonifacio. Contrariamente alle altre isole minori l’Isola Dei Cappuccini è dotata di strutture ricettive,  nello specifico  di 8 bungalow di forma circolare, che nel periodo estivo ospitano ricchi turisti in cerca di tranquillità e riservatezza. Ma non è necessario alloggiarvi, l’isola si può visitare grazie alle escursioni guidate che partono da Porto Cervo.

Isola delle Bisce
È situata a poca distanza dall’isola di Caprera, nel meraviglioso territorio del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena. Si estende su una superficie di 50 ettari e presenta un aspetto selvaggio e incontaminato. Il suo perimetro è costituito da una bassa scogliera lungo la quale si aprono alcune piccole spiagge di sabbia bianca. Non vi sono strutture ricettive, ma anchge quest’isola è raggiungibile facilmente attraverso delle visite guidate organizzate.

Isole Di Li Nibani
:
Si tratta di un gruppo di scogli e isolotti che si trovano a Nord di Monte Zoppu, a breve distanza dalla costa. La caratteristica di queste isole, dalla quale prendono il nome,  è la presenza di folti stormi di gabbiani che nel dialetto locale vengono chiamati Nibani. La ricchezza dei fondali marini e la presenza di rare specie di uccelli rendono il territorio di queste isole particolarmente delicato e per questo sottoposto ad un’attenta tutela.

Isola di Mortorio
Questa bellissima isola si trova a sud-est dell’Arcipelago della Maddalena e, come le Isole Di Li Nibani, è caratterizzata dalla presenza di uccelli rari come il gabbiano corso il falco pellegrino e la garzetta. Per questo motivo, l’isola è tutelata dalle norme di salvaguardia ambientale ed è stata dichiarata Area Protetta. L’isola è prova di abitanti ed è dotata di bellissime spiagge e di una splendida scogliera.
Tutte le isole della Costa Smeralda, pur prestandosi poco al turismo per via della scarsa presenza di strutture ricettive, possono essere raggiunte facilmente dai centri turistici vicini. Punto d’ingresso principale per la Costa Smeralda è il porto di Olbia, dal quale partono un grande numero di traghetti. Per informazioni sui traghetti che partono per la Costa Smeralda: http://www.traghettiper-sardegna.it

 

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Un commento to “Le isole della Costa Smeralda: perle del territorio italiano”

  1. Alessandro ha detto:

    Salve, mi piacerebbe visitare tutta la zona Nord della Sardegna. Ho visto su http://it.sardiniaexclusive.com/ la presenza di diversi hotel e resort e vorrei sapere quale mi potreste consigliare per soggiornare con la famiglia in tranquillità, grazie.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo