Con Roy Lichtenstein a Milano è di scena la Pop Art

lich

Dopo la pausa natalizia, con l’inizio dell’anno fioccano le nuovissime iniziative culturali su e giù per lo Stivale. Ad esempio il 2010 del mondo dell’arte a Milano meglio non potrebbe cominciare: il 25 gennaio è infatti il giorno in cui verrà inaugurata  nel capoluogo lombardo la mostra evento dedicata a quello che è considerato uno dei più importanti esponenti delle Pop Art, ovvero Roy Lichtenstein (1923-1997). I tantissimi appassionati di arte contemporanea prendano subito nota: il celebre artista statunitense sarà ricordato dalla Triennale di Milano con una retrospettiva/evento assolutamente da non perdere!!!

lichtenstein_baroque

Una retrospettiva più che esaustiva , dato che è prevista l’esposizione di circa cento opere che portano la firma di Roy Lichtenstein: dipinti, disegni e sculture che coprono un arco di tempo che va dagli anni 50 a gli anni 90 e che provengono da prestigiose collezioni private e rinomati musei internazionali. In alcuni casi si tratta di lavori mai esposti prima. Tra fumetti e omaggi ai classici, il genio newyorchese di Lichtenstein viene omaggiato in  uno degli eventi culturali clou dell’anno.

lichtenstein-interna
Chi non vuole perdersi la splendida iniziativa “Roy Lichtestein. Meditations on Art”, che ricordiamo è un progetto a cura di Gianni Mercurio realizzato in collaborazione The Roy Lichtenstein Foundation,  ha tempo fino al  prossimo 30 maggio, dopo di che la mostra sarà trasferita a Colonia, più precisamente al Ludwig Museum, per rimanervi fino ad ottobre.

lichtenstein1

lichKissV_b

Lichtenstein_Collage_for_Still_Life

Pop Art non è solo Andy Warhol, dunque.  Chi si recherà in questi mesi al Palazzo dell’arte di viale Alemagna avrà modo una volta di più per rendersene conto! Ricordiamo, visto che non è un particolare di poco conto, gli orari: dal martedì alla domenica dalle 10.30 alle 20.30 (il giovedì fino alle 23.00). Chiuso il lunedì.

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo