Porto Selvaggio: bellezza incontaminata del Salento

Porto Selvaggio

Visitare la Puglia e il Salento significa riempirsi gli occhi di sconfinata bellezza. Questa è la sensazione che provano i turisti, i residenti e i visitatori che si recano a Porto Selvaggio. Per visitare tranquillamente Porto Selvaggio la cosa migliore sarebbe quella di soggiornare in città o in una delle località vicine del posto. Per farlo potrete appoggiarvi in una delle strutture ricettive proposte dal portale turistico SALENTOCASAVACANZA.

Già il nome di Porto Selvaggio fa capire che si tratta di un tratto di costa incontaminato, libero da qualsiasi struttura, dove l’uomo non è quasi arrivato. La discesa è obbligatoriamente a piedi, attraverso una pineta fitta e stupenda, dove la discesa è a tratti tortuosa e faticosa.
Durante la strada, ad un certo punto, si apre una visuale quasi irreale, il blu intenso del mare sconfina nel verde della pineta, per poi confondersi con la linea dell’orizzonte. Una sensazione di pace domina incontrastata. L’acqua della piccola Baia è fredda e cristallina, numerose sono le sorgenti di acqua dolce, il fondale è unico e particolare.
Dalla parte più alta, dove insiste il Belvedere, la visuale è mozzafiato, grandiosa, quasi artificiale. Pochi sono i posti così belli e rilassanti. Porto Selvaggio si trova nella parte a sud del Salento, a pochi km da Nardò, infatti è parte della Marina di Nardò, in Provincia di Lecce.  Si tratta di una riserva naturale, di circa 1.000 ettari di pineta e di parco, nel 2006 divenuta Area Naturale Protetta della Regione Puglia.
Su tutta la Baia e sull’immenso parco domina la Torre dell’Alto di Santa Caterina, una delle tante Torri Costiere presenti sul territorio. Si può fare il bagno nella Baia di Porto Selvaggio e in quella più avanti di Uluzzo. La Baia di Porto Selvagio è molto piccola, con piccolo sassolini e poca sabbia, l’acqua è fredda e si possono notare le sorgenti di acqua dolce affioranti nel mare. Tutto intorno scogli e piccole insenature dove con la maschera si possono osservare pesci di tutti i tipi. Una volta stanchi è possibile ritirarsi in pineta, al fresco, sotto alberi centenari, dove l’aria è fresca e piacevole.
Proseguendo, lungo la litoranea Santa Caterina-Porto Cesareo, si raggiunge uno dei punti più belli della costa salentina, la Baia di Uluzzo che prende il nome dalla Torre. Qui il panorama è unico, ma l’accesso alla Baia è difficile, bisogna accedervi attraverso piccoli sentieri scoscesi ed impervi. Una volta arrivati, la visuale e il tramonto sono da togliere il fiato. La baia di Uluzzo è una delle località più importanti nel Salento dal punto di vista  dell’archeologia preistorica infatti troviamo numerose grotte importanti, di epoca preistorica, coma la grotta del Cavallo e la grotta Cosma.

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo