5 cosa da fare a Bibione in autunno

Dopo la frenesia dell’estate, il mare e le spiagge affollate, le vacanze a mille all’ora, l’autunno ispira relax: il camino acceso, un buon libro, un bicchiere di vino circondati dagli affetti della famiglia.  Tuttavia, se avete la fortuna di poter godere di qualche giorno di ferie ‘fuori stagione’, le località di mare hanno un fascino irresistibile quando non sono più i luoghi della follia collettiva, ma angoli inesplorati e solitari dove respirare la quiete e godere la bellezza nel suo aspetto più vero e semplice.
Bibione, con i suoi 8 km di spiaggia, mozzafiato nei tramonti autunnali, ma anche i canneti ed i sentieri dell’interno selvaggio.
Qui di seguito, quindi, 5 consigli su cose da fare a contatto con la natura in pieno relax.
1. Passeggiare in mezzo ai campi del Lido dei Pini: qui sarà un’esperienza mistica addentrarsi nella natura e raggiungere uno dei punti in cui il fiume Tagliamento si getta in mare.
2. Visitare il vecchio faro alla foce del Tagliamento: i fari, che portano luce e guida alle navi, sono certamente una visione piacevolissima quando, come in questo caso, si stagliano su una spiaggia deserta su cui si infrangono le onde increspate del mare, un pizzico di malinconia vi avvolgerà e sarà struggente perdersi nei propri pensieri e godersi la brezza autunnale.
3. Valgrande ed il suo mondo incontaminato: si tratta un’enorme valle da pesca intonsa e protetta, una miscela meravigliosa di canneti, boschi di lecci centenari, rarissimi fiori, daini e cavalli che vivono allo stato brado. L’area è costellata da una serie di sentieri naturalistici, per un totale di circa 10 km, percorribili a piedi, in bici o a cavallo, a voi la scelta.
4. Riempirsi gli occhi con la bellezza antica dei mosaici: ancora a Valgrande, vicino al Motteron dei Frati, oltre ad osservare delle indescrivibili dune alte fino a 11 metri, si possono visitare i resti di un’antica villa marittima romana, con al suo interno bellissimi mosaici. Il luogo merita sicuramente una visita, ache perché si tratta del punto più alto di tutto il litorale nord adriatico.
5. Il paradiso naturale di Bibione Pineda dove circondarsi di centinaia di pini marittimi, un  vero paradiso per gli amanti dell’ecoturismo. Questo è il luogo in cui la spiaggia e la laguna si incontrano, le strade hanno i nomi di fiori e piante e le orchidee la fanno da padrone. Un posto magico.
Dove dormire a Bibione? Un suggestivo, raffinato ed elegante hotel Bibione è il Cà d’Oro, venite a rilassarvi da noi dopo una giornata immersi nella natura.
Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo