5 piatti da provare durante il tuo viaggio in Irlanda

Se stai per compiere un viaggio nell’isola di smeraldo, non partire prima di aver letto la nostra guida sull’autentica cucina irlandese.

In base alle stagioni del viaggio, molti viaggiatori, suggeriscono di provare l’agnello in primavera, il pesce in estate, gli stufati e minestre in inverno e, naturalmente, patate in quasi ogni momento dell’anno.

Il cibo irlandese è semplice, gustoso e piace a tutta la famiglia, soprattutto se a fine pasto c’è una grande fetta della gustosa Guinness Cake.

Quindi ti suggeriamo di non lasciare l’Irlanda senza provare…

Pane di soda – Soda bread

Ogni famiglia in Irlanda ha la sua ricetta per pane di soda, scritta a mano su carta invecchiata e incuneata tra i libri di cucina che utilizzava la nonna.

Alcuni irlandese rendono dolce il soda bread con un cucchiaio di miele, zucchero o frutta secca, mentre altri preferiscono cospargerlo con semi, crusca e avena per avere un pane più salutare, o cospargerlo di melassa e Guinness per l’effetto opposto.

Gli ingredienti di base non cambiano anche se; “pane di soda” (bicarbonato di sodio) e latte formano l’agente lievitante, che viene mescolato con farina.

Neanche il modo di mangiarlo varia tanto da famiglia a famiglia: affettato e sopra spalmato con tanto burro.

Frutti di mare – Shellfish

Visitare l’Irlanda al di fuori del periodo estivo rende la possibilità di vedere il sole da improbabile ad impossibile (o quasi).

Il lato positivo, però è che si possono gustare la ostriche autoctone della West coast (ostrea edulis) che si trovano nel mese di settembre, quando si tiene il famoso Galway Oyster Festival.

I frutti di mare abbondano nella cucina irlandese, dalle vongole in Connemara, alle famose vongole e cozze e scampi, che hanno anche loro proprio festival a Howth, nel mese di aprile.

Stufato irlandese – Irish stew

Una pentola in cottura, questa è la  rappresentazione più semplice dello stufato irlandese, che tradizionalmente è fatto con carne di montone che veniva cotto lentamente per ore fino a quando la carne era tenera e allora venivano aggiunte le cipolle, le patate ed in alcune ricette venivano aggiunte anche delle.

Ai giorni nostri, è molto più probabile trovare stufato irlandese fatto con la carne d’agnello (poiché la più saporita carne di montone è così difficile da trovare), erbe (timo, prezzemolo, foglie di alloro) e mix di spezie per esaltarne il sapore.

Purè all’irlandese – Colcannon

Le patate hanno trasformato la dieta irlandese da quando sono state introdotte dal nuovo mondo nel tardo XVI secolo.

La popolazione dell’Irlanda si salvò dalla carestia con questa fonte di cibo a buon mercato e abbondante, ma più in seguito è stata decimata, nel XIX secolo, quando i raccolti di patate sono stati colpiti dai parassiti.

Le patate sono ancora una parte importane nei pasti in Irlanda ed il colcannon è un classico confortante purè di patate, cavolo,  burro o crema, aromatizzato con scalogno (cipollotti) con tutte le infinite variazioni possibili ed immaginabili.

Gnocchi di patate – Boxty

Gnocchi di patate, frittelle di patate e pane di patate sono tutti termini utilizzati per descrivere il boxty, alcuni irlandesi affermano che il nome proviene dalla frase irlandese “arán bocht tí”, che significa “poveri-casa pane”.

La ricetta richiede delle patate grattugiate crude che vengono mescolate con il purè di patate avanzato il giorno prima e poi mescolato con farina e sale e bollito prima di:

  • essere affettato e fritto nel burro (boxty gnocchi),
  • aggiunto a una pastella del pancake prima di essere fritto (boxty sulla pentola),

In qualunque modo si sceglie, ci si ritroverà in una padella del burro spumeggiante che può essere abbinato a qualsiasi cosa, dall’umile pancetta e uova al salmone affumicato alla crème fraîche.

 

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo