Un itinerario per visitare l’isola di Procida

PANORAMA DA CIRACCIO Procida

Per la scarsa vocazione turistica l’isola di Procida è uno degli ultimi posti caratteristici del mediterraneo. La morfologia pianeggiante e l’architettura spontanea, rendono l’isola di Procida come un set naturale, che ha ospitato film famosi come “Il Postino”, “Il talento di Mr Ripley” e “Francesca e Nunziata”. I posti più suggestivi sono la Marina Chiaiolella (il porto turistico), l’antico borgo di Terra Murata (la parte antica della città), il villaggio dei pescatori di Marina Corricella. Quest’ultima è il più antico porto di Procida, e può essere raggiunta solo con scale e passaggi attraverso le case. Questo ha fatto sì che il porticciolo, attualmente abitato da famiglie di pescatori da generazioni, è esposta al sole per molte ore del giorno il che rende piacevoli passeggiate anche durante l’inverno e l’autunno. Molto buona la cucina  dei tanti ristoranti localia base di materie prime del posto.

 

La Chiaiolella è il porto turistico dell’isola, che è riuscita a conservare il suo carattere di borgo di pescatori. Da un lato il litorale, verso ovest, con numerose spiagge e ristoranti, da dove si possono vedere splendidi tramonti. Dall’altro il porto turistico con il via-vai di barche durante la stagione estiva.

Terra Murata, che è invece il centro storico di Procida, è un villaggio costruito per proteggere i suoi cittadini contro le invasioni barbariche agli inizi del 16 ° secolo. Nucleo religioso e Culturale è l ‘Abbazia di San Michele Arcangelo, una fondazione benedettina che Risale al XI Secolo. Aell’interno dell’abbazia si possono ammirare altari, dipinti e statue mentre ai piani Inferiori le antiche segrete costidiscono un ossario ed Una biblioteca dotata di 8.000 libri e manoscritti antichi.

 

Le zone interne dell’isola, meno conosciute perchè principalmente abitate da residenti, sono il Faro, il Cottimo e la Starza. Zone principalmente di campagna, anticamente coltivate a vigneto. Via vittorio emanuele, che è l’antica strada che dal porto attraversa la parte interna dell’isola, si congiunge a Via Flavio Gioia, che dal cuore dell’isola arriva a Piazza Olmo. Su questa antica via c’è Gioia 13 Residence, una casa costruita nel 1700 con conoscenze antiche che oggi viene condivisa dai nostri ospiti. Da buoni designers e architetti, abbiamo creato piccole case indipendenti fornite di angolo cottura, WIFI e tutti i comforts. Una posizione strategia per poter raggiungere a piedi, in meno di 5 minuti il borgo di Corricella, la spiaggia della Chiaia, la spiaggia di Ciraccio. Nell’ atmofera internazionale della nostra dimora, ogni ospite può trovare un posto per riposare o ritrovarsi e allo stesso tempo godere dei luoghi da condividere: uno splendido solarium con vista su Capri e sulla Terra Murata, una cucina esterna per spaghettate nelle calde serate estive, una terrazza dove godersi un bel libro. Gli alloggi disponibili sono appartamenti indipendenti, diversi nell’arredo e nella disposizione degli spazi, che esprimono in pieno l’essenza dell’isola che li ospita. Sole ed ombre per un riposo dal mare, la spiaggia della Chiaia dista solo 300 metri. Piazza Olmo, che è a due passi, è un nodo fondamentale dell’isola ed è servita da tutte le linee di autobus.

 

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Un commento to “Un itinerario per visitare l’isola di Procida”

  1. Sveta ha detto:

    Una bellissima isola di Procida

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo