Il paese del moramora, una destinazione iconica per lo slow travel

L’origine dell’interesse di viaggiare era di poter rilassarsi, prendere il tempo di apprezzare delle belle cose. Durante un certo tempo, questo concetto originario sembra essere dimenticato. Oggigiorno, riprendre forma, ed è preferito sopratutto dai turisti. Se fate parte dei turisti oppure progettate di esserlo, scegliete il Madagascar come la vostra prossima destinazione. Viaggio-madagascar.com, un’agenzia di viaggio locale, vi aiuta a capire perchè.

Viaggiare senza avere fretta

In Madagascar, il moramora è una maniera di vivere. Se la capitale è similare a molte altre grandi città del mondo, basta allontanarsi di una decina di chilometri per rendersi conto che va tutto ad un ritmo molto meno sostenuto. Spostarsi in carro è sinonimo di moneta corrente nelle campagne e potete anche apprezzare il fascino durante un’escursione.

La vostra tour operator potrà anche organizzarvi un tragitto in treno tra Fianarantsoa a Manakara. La distanza che separa queste due punti non raggiunge neanche 200 chilometri, ma per percorrerli, prevedere una giornata intera. Sarete incantati dalla bellezza dei paesaggi che traversete. Senza dubbio, sarete stupiti dell’accoglienza calorosa che vi è riservata in ogni fermata.

Le crociere, un viaggio nel tempo e nell’acqua

Per essere ancora piu’ « slow » niente di meglio che di prendere l’itinerario delle acque. Un circuito che vi porta alla scoperta dell’arcipelago delle isole avvicinanti di Nosy Be : Nosy Taninkely, Nosy Komba, Nosy Iranja, … La traversata è sempre con degli scali durante i quali si fa delle immersioni per un face à face con gli squali, i pesci molticolori e le tartarughe di mare. I lemuri sono ben presenti ed i bivacchi si svolgono in calma ma ma con dei canti degli uccelli di cui endemici. Un altro circuito vi conduce

Per un viaggio in acqua dolce, pensate della crociera sul Canale dei Pangalanes. Notti in tenda e incontro con la fauna e flora fuori dal comune saranno anche al programma. La tranquilità dei luoghi e l’imbarco che va piano piano rende la sperienza inegualabile ed indimenticabile. Di una lungezza di 700 chilometri, la crociera puo’ iniziare da Mananjary e finire fino a Tamatave. Quelli che hanno pochi giorni potranno cominciare il tragitto da Manambato verso Ankanin’ny Nofy, chiamato anche « nido dei sogni » per passare un vero momento di relax. L’altra alternativa sarebbe di prendere il treno da Fianarantsoa a Manakara. Un volta sul locco, un’escursione in piroga sul canale dei Pangalane potrebbe essere fatto per scoprire come la popolazione vive dall’acqua.

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo