Vacanze mare Italia: l’isola del Giglio

A soli 11 km dal promontorio dell’argentario, nel cuore del Tirreno si trova una delle isole più ambite per le vacanze mare Italia degli italiani: l’isola del Giglio.

Quest’isola tra le varie idee di viaggio possibili in Italia, ha il pregio di essere meta ideale sia per chi adora bagni di sole in spiaggia, sia per gli amanti delle immersioni con i suoi stupendi fondali ricchi di una grande varietà di pesci.

L’isola del Giglio è una delle isole che compongono il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano e permette soggiorni a stretto contatto con la natura, in assoluto relax, ma permettendo anche molte attività sportive.

Per gli amanti del trekking sono molti i percorsi segnalati all’interno dell’isola: da non perdere ad esempio quello che porta al Poggio della Pagana da dove è possibile ammirare l’intero arcipelago.

Il momento migliore per una vacanza all’Isola del Giglio è sicuramente il periodo tra marzo e giugno quando la primavera scatena una vera esplosione di colori e profumi che rendono l’isola stupenda. L‘Isola del Giglio offre poi 28 km di coste che si sviluppano tra scogliere di granito, baie, calette e spiagge sabbiose riparate dal vento. Inutile dire che le acque cristalline, i fondali colorati e la ricchezza delle specie di pesci presenti rendono il posto particolarmente apprezzato dagli amanti del diving che riconoscono questa isola come uno dei migliori siti italiani per immersioni.

Nelle acque più profonde è possibile anche ammirare ricciole e barracuda oltre che enormi tonni, mentre le scogliere che si tuffano nel mare ospitano tra i loro anfratti murene, aragoste e cernie.

Per arrivare all’Isola del Giglio l’imbarco dei traghetti è a Porto Santo Stefano. All’arrivo all’Isola del Giglio si viene accolti da Giglio Porto: un centro abitato formato da un vero e proprio arco di casette colorate affacciate sul mare e vitale a qualsiasi ora con i suoi numerosissimi centri diving e i suoi ristoranti e bar sul lungomare.

6 km separano Giglio Porto da Giglio Castello dove si trova il borgo circondato dalla muraglia e dai dieci Torrioni che culminano nella Rocca Aldobrandesca. Sono molte le persone che risalgono i 6 km a piedi ammirando la costa del Giglio dall’alto. Per chi preferisce un viaggio più comodo, e non ha a disposizione l’auto, il servizio pubblico dei bus collega i centri abitati dell’isola con corse continue tutto il giorno

Per una sistemazione comoda potete dirigervi a Giglio Campese: cittadina tranquilla con una bella spiaggia cittadina. Solo una piccola informazione di sevizio: in alta stagione, generalmente da metà luglio alla fine di agosto, è vietato lo sbarco di auto che non appartengano ai residenti, quindi dovrete lasciare la vostra auto a Porto Santo Stefano in uno dei tanti parcheggi custoditi intorno all’imbarco.

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo