Ponte 8 dicembre a Venezia 2010

venezianeve

La stagione autunnale sta per cedere il passo all’inverno, ma non temete! Con tutto quello che in Italia c’è da vedere, il fatto che piova e faccia freddo diventa un particolare più che trascurabile! Prendete Venezia. La romantica città lagunare, in previsione dei turisti la affolleranno nei giorni della Festa dell’Immacolata, è più viva che mai, con un’autentica valanga di mostre, rassegne, retrospettive che costellano il calendario eventi del 2010. Avete bisogno di una guida agli appuntamenti immancabili per il ponte dell’8 dicembre a Venezia? Basta chiedere! Eccola qua…

Adolph Gottlieb- Una retrospettiva

Iniziamo il nostro lungo tour per Venezia presentando una interessante retrospettiva che costituisce anche un inedito: si tratta infatti della prima mostra italiana interamente dedicata all’artista Adolph Gottlieb (1903-1974). Proseguendo sulla scia di rassegne monografiche presentate nei mesi scorsi dalla Fondazione Peggy Guggenheim, tutte incentrate sugli espressionisti astratti americani del Novecento (William Baziotes, Jackson Pollock e Richard Pousette-Dart), stavolta, e fino al 9 gennaio 2011, è il turno di Gottlieb. Il percorso artistico del pittore statunitense viene omaggiato con l’esposizione delle sue opere più famose: non solo dipinti, ma anche sculture, schizzi e stampe per quello che è considerato uno dei pionieri della nuova avanguardia d’Oltreoceano del XX° secolo.

Giorgio Morandi- Silenzi

Palazzo Fortuny in questo autunno 2010 presenta una rosa di appuntamenti tutti di grande rilievo: abbiamo scelto di segnalarvi la raffinata bellezza del piccolo ma prezioso omaggio con cui Venezia ricorda il pittore bolognese Giorgio Morandi (1890-1964). Lasciatevi catturare dal silenzio intenso che esprimono le venti nature morte esposte: la semplicità e la linearità dei soggetti rappresentati riescono davvero a trasmettere emozioni intense, grazie ad un particolare uso della luce. Una selezione accurata di capolavori che coprono gli anni che vanno dal 1921 al 1963,  in prestito da musei ecollezioni private.

Ermanno Nason, il guerriero del vetro

Sarebbe davvero un peccato andare qualche giorno a Venezia senza fare tappa nella vicinissima Murano: là dove la lavorazione del vetro ha una tradizione millenaria, ha fatto scuola e si è affermata a livello mondiale c’è attualmente una mostra che ne testimonia l’inimitabile prestigio: al Museo del Vetro fino all’11 gennaio rimarranno a bocca aperta quanti vi si recheranno, perchè la mostra che prevede l’esposizione di oltre cento opere firmate dal celebre maestro vetraio Ermanno Nason è davvero sorprendente. Lascia basiti l’eccezionale capacità di Nason di “modellare” il vetro, per creare opere quando astratte quando realistiche, ma sempre con uno stile preciso e riconoscibile. Da non perdere.

Stanley Kubrick fotografo 1945-1950

Il giorno della Festa dell’Immacolata è anche quello in cui chiude i battenti la mostra fotografica che ci ha svelato il talento per l’obiettivo del regista di “Arancia meccanica” prima che passasse dietro alla macchina da presa. In realtà la rassegna “Stanley Kubrick fotografo 1945-1950” (di cui potete leggere in questo articolo di qualche tempo fa) si sarebbe dovuta concludere il 14 novembre, ma tanto e tale è stato il successo che si è deciso di “allungarla” il più possibile. Poi non dite che non ve l’abbiamo detto…

stanley

Giorgione a Palazzo Grimani

Almeno due, e più che validi, i motivi per andare a vedere la mostra che passa in rassegna i più bei e importanti capolavori di Giorgione (1477-1510): il primo è che così si ha modo di approfondire la conoscenza del grande artista veneziano nell’anno in cui si celebra il quinto centanario della sua morte. Il secondo motivo è che con questa occasione diviene finalmente spazio espositivo permanente lo splendido Palazzo Grimani, uno degli edifici storici della città, che finora era visitabile solo su prenotazione. D’ora in poi sarà invece aperto tutti i giorni al pubblico… ma la mostra no (terminerà il 20 dicembre)!

Tony Cragg. In 4D dal fluire alla stabilità

Non poteva trovare location più idonea se non nella Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro l’evento legato al nome di Tony Cragg, uno dei nomi di punta della scultura britannica degli ultimi trent’anni. Fino al 9 gennaio 2011 è lì che potrete ammirare le quaranta incredibili opere dell’artista inglese disposte ad arte nell’affascinante percorso di tre piani dello storico edificio, dalla corte esterna alle sale del piano terra, dalle scale alle facciate sul Canal Grande. Una collezione di notevole impatto visivo e in cui è evidente la versatilità di Cragg nel trattare i materiali (legno, acciaio,vetro, bronzo, plastica, pietra!): da vedere, anche considerando che molte delle creazioni di Cragg non erano mai state esposte prima d’ora in Italia.

Le arti di Piranesi

Tra i tanti artisti veneziani che vengono ricordati nel cartellone degli eventi della città in questo autunno 2010 è d’obbligo segnalare il nome di Giovanni Battista Piranesi (1720 – 1778), tra i più insigni del panorama artistico italiano del Settecento: tra le sue maggiori doti va senza dubbio ricordato il suo eclettismo, che lo ha visto passare con elegante disinvoltura dal ruolo di architetto a quello di incisore, così come fu scenografo, antiquario e designer. Al Centro espositivo “Le Sale del Convitto” dell’Isola di San Giorgio Maggiore tante sezioni quante sono state le sue poliedriche attività. Il fatto che da quando la mostra è stata inaugurata lo scorso 28 agosto si siano toccate le 15.000 presenze ha convinto la Fondazione Giorgio Cini a prorogare la mostra fino al 9 gennaio 2011.

I play Videogame. In viaggio tra i videogiochi dagli anni Settanta ai giorni nostri

Il 12 novembre scorso è stato il giorno in cui ha visto la luce il curioso progetto “I Play Videogame”, e fino al 19 dicembre al Centro Culturale Candiani sarà un susseguirsi ininterrotto di mostre, incontri con esperti e studiosi, rassegne cinematografiche e naturalmente sfide “live” di gioco per discutere dei nuovi linguaggi e le moderne tendenze che sta dettando e sta imponendo il mondo dei videogames, non solo un business ma anche un fenomeno che investe un po’ tutti i campi del sapere. Da non perdere.

E non è certo finita qui! L’elenco sarebbe ancora lungo, ma ci sembra che gli spunti d’interesse per andare a trascorrere il ponte dell’8 dicembre a Venezia già così non manchino! Non rimane allora che scegliere e prenotare, sul sito di Venezia Alberghi ad esempio, il b&b o l’hotel a Venezia che fa al caso vostro!! Buona Festa dell’Immacolata!

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo