Da El Pilar de la Mola a Cap de Barbaria: alla scoperta delle migliori località del litorale sud di Formentera in un itinerario coast to coast

Se amate immense spiagge bianche, posti nascosti in cui vi sembra di avere il mare cristallino solo per voi e se non vedete l’ora di godervi il dolce far niente dopo un anno di duro lavoro, Formentera è quel che vi serve. Visitare l’isola è senza dubbio una delle cose che andrebbero fatte almeno una volta nella vita, perché i posti che offre non hanno nulla da invidiare a mete caraibiche magari meno abbordabili.

Se poi amate spostarvi in macchina, macinare chilometri col vento tra i capelli canticchiando una canzone insieme ad amici o dolci metà, non dovete far altro che partire, arrivare sull’isola, affidarvi ad un noleggio auto a Formentera affidabile ed economico, et voila, siete pronti per scoprire le località più interessanti dell’Isola. Dato che elencarle tutte sarebbe impossibile, abbiamo scelto le nostre preferite, nella costa sud.

El Pilar de la Mola

Partite da est e iniziate questo tour coast to coast da El Pilar de la Mola, piccola località in cui troverete solo una trentina di case e paesaggi meravigliosi. Luogo in cui hanno soggiornato personaggi celebri, come Bob Dylan, El Pilar è famosa soprattutto per gli hippie che vi abitavano negli anni ‘60 e per il faro posto su una scogliera a strapiombo sul mare. Siete amanti dei libri scritti da Jules Verne? Proprio a lato del faro è posta una lapide commemorativa dello scrittore, che ha ambientato qui il romanzo “Le avventure di Hector Servadac” del 1877.

el pilar de la mola foto presa da spanien

Copy: spanien

Calo des Mort

L’isola, non essendo grande, permette di essere visitata in poco tempo e proprio a circa 15 minuti da El Pilar de la Mola potete arrivare a Calo des Mort, una caletta che vi lascerà senza fiato per la bellezza della natura incontaminata che la caratterizza. Essendo una lingua di spiaggia che si modifica a seconda delle maree, a volte trovare un pezzo di spiaggia in cui godere del silenzio del luogo potrebbe essere molto difficile. Provarci, però, non costa nulla, in caso di esito negativo potreste fare qualche altro chilometro e andare a Es Calò, a bere una cerveza da Piratabus per tirarvi su il morale.

Piratabus, Es Arenals

Aperto da due amici negli anni ‘70 tra le dune di una delle spiagge più belle dell’Isola, se volete ascoltare la storia del Pirata, che ha ideato questo attuale chiringuito che gestisce da anni, immaginando personaggi famosi passati di là per bere un buon drink, andate al chilometro 11: questa è una vera e propria istituzione dell’Isola.

piratabus foto presa da todoformenteta

Copy: todoformenteta

Cap de Barbaria

Dopo aver vissuto l’esperienza alternativa del Piratabus rimettetevi in viaggio e, in mezz’ora di strada, arriverete ad ovest dell’isola, ovvero a Cap de Barbaria. Natura incontaminata, rocce rossastre e l’immancabile faro a strapiombo sul mare vi faranno sentire in un attimo parte integrante della bellezza dell’isola, i cui colori, i profumi e i luoghi visti saranno sicuramente difficili da dimenticare.

cap de barbaria foto presa da turistipercaso

Copy: todoformenteta

Articolo scritto in collaborazione con FormenteraVuela, la migliore soluzione low cost che non rinuncia alla qualità per trovare appartamenti a formentera in ogni periodo dell’anno.

 

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo