In giro per il mondo con l’Uomo Invisibile

E’ proprio vero che l’arte contemporanea non finirà mai di stupirci.  Stavolta a lasciare basiti è lo straordinario talento dell’artista cinese Liu Bolin nel mimetizzarsi  in maniera più che camaleontica con l’ambiente che lo circonda fin quasi a scomparire! Quella che segue è una lunga e bizzarra galleria fotografica dove visiteremo mezzo mondo in compagnia de “l’uomo invisibile”, da Londra a Milano, dalla Cina alla Francia passando per  Verona e Venezia: arene, stazioni, piazze, cantieri, teatri, monumenti illustri  e anonimi spazi pubblici, tutti luoghi dove l’unico comune denominatore è un magnifico trucco, che in quanto tale… c’è, ma non si vede!

Se pensate che le poltrone del Teatro della Scala di Milano della foto sopra siano tutte vuote vi sbagliate di grosso!

Siete a Londra  e volete telefonare nelle tipiche cabine rosse? Dovete attendere il vostro turno. Mettetevi in fila! Avete capito bene, mettetevi in fila!

Per ogni foto occorrono almeno dieci ore di preparazione. Liu Bolin si avvale di un assistente per dipingere il suo corpo e i suoi vestiti fino alla  perfetta trasparenza. Dunque niente photoshop o effetti speciali, solo  un grande estro creatvo e.. tanta tanta pazienza!

Liu Bolin è nato nel 1973 nella  regione della Cina orientale dello Shandong, e dopo aver conseguito il diploma nello Shandong Art College si è laureato presso l’Academia Centrale di Belle Arti di Pechino. Con lui il body painting raggiunge vette impensabili.

In realtà l’arte  di camuffarsi con l’ambiente circostante in Liu Bolin ricopre un preciso significato: la sua è una forma di silenziosa protesta contro il Governo Cinese, che non fa niente per aiutare ad emergere i tanti giovani talenti in campo artistico, anzi in molti casi cerca di censurarli (lui stesso si è visto costretto a chiudere il suo studio nel 2005). Liu Bolin dunque si “nasconde”, ma è sempre in piedi, e va avanti per la sua strada.

Fortunatamente il talento del 37enne artista cinese è stato ed è riconosciuto a livello internazionale.

Sotto potete vedere tre foto di Venezia apparentemente “da cartolina”. State certi che diversi passanti avranno fatto fatica da lontano a rendersi conto della presenza di Liu Bolin.. fino ad un certo punto, ovvio! D’altra parte la capacità di rimanere immobili ha un limite!

.. stesso discorso per le celeberrime guglie del Duomo di Milano…

Il nostro tour di oggi finisce qui, ma c’è da scommettere che l’arte mimetica di Liu Bolin si spingerà decisamente oltre. Intanto magari in questo momento è vicino a voi e neanche ve ne siete accorti!

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Un commento to “In giro per il mondo con l’Uomo Invisibile”

  1. Anna ha detto:

    Ma questo tipo è fantastico!!!!!
    Lo potessi fare anche io durante la giornata…sai quante volte ne approfitterei…?!L’ultima è quello che preferisco e la gru invece quella che in cui ci ho messo di più a capire dove fosse…Interessante anche il più alto significato della sua arte…che dire?complimenti!

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo