5 attività outdoor per scoprire l’Umbria

Nel cuore verde dell’Umbria, all’ombra di monumentali abbazie, tra gli echi del medioevo e della storia, avvolto negli aromi di un’antica tradizione gastronomica,  è custodito un territorio selvaggio, un angolo di Appennino in cui il tuono del fiume Nera rimbomba fragoroso infrangendosi tra le rocce facendo sobbalzare il cuore per l’adrenalina. Stiamo parlando della Valnerina, un coriandolo di Umbria decantato in tutto il mondo come Terra dei Santi ma che si presta in maniera eccellente alla voglia di avventura e divertimento di tutta la famiglia. Tra cascate, falesie e sentieri si nascondono numerose attività outdoor attraverso le quali scoprire il fascino di natura selvaggia che si specchia nell’acqua limpida di un fiume indomito, il Nera, nome che nella sua forma più antica significa “forte”, per l’appunto.

Rafting ed Hydrospeed:

Il più celebre degli sport acquatici attraverso i quali solcare il Nera è senza dubbio il rafting, un modo particolarmente dinamico ed avventuroso per percorrere tratti di fiume a bordo di colorati gommoni. Uno sport da vivere che riscuote notevole successo tra i più giovani. Tanti gli itinerari da scegliere: da quello più adrenalinici che costeggiano le acque della Cascata delle Marmore dove il corso del fiume è più spumeggiante, a quelli più tranquilli ed adatti anche ai più piccoli ma che comunque riservano forti emozioni. Particolare menzione merita l’hydrospeed, una discesa fluviale aggrappati ad una sorta di salvagente dove l’acqua scorre più veloce e le rapide sono più selvagge. Una soluzione più rapida ed emozionante per chi vuole essere protagonista sul fiume. Un avventura da condividere con un compagno di viaggio alquanto insolito: il Nera. La forza della natura, lo spirito d’avventura, l’adrenalina che sala in un vortice di emozioni che ti faranno tornare a casa cambiato da questa nuova esperienza.

Arrampicata sportiva:

Roccia, acqua, terra: sono i tre elementi che in questo angolo di Umbria si fondono insieme plasmando le forme, il paesaggio e la natura che diventano protagonisti di questa terra. Una montagna dal paesaggio unico ed irripetibile che dalla Falesia di Ferentillo offre scorci di luminosa bellezza. Un paesaggio plasmato dall’uomo che ha saputo conservare la natura autentica di questo luogo offre quanto di più suggestivo un free climber possa desiderare. Guardare la parete che sale, seguirne le linee, le sporgenze per poi sentire la roccia sotto le mani. L’arrampicata è il contatto con la montagna, un’impresa non più riservata a pochi atleti ma che gode di sempre maggiore popolarità, per il desiderio di sfidare le proprie forze, per poter osservare le altitudini da un balcone di roccia che regala un’esperienza naturale totale.

Mountain bike:

La Valnerina, una terra forgiata da Madre Natura per essere scoperta pedalando. In questo angolo di Umbria, tra l’azzurro limpido del Nera e la skyline di borghi e torri medievali si sviluppa un percorso pedonale e ciclabile che si estende, per oltre 30 km, lungo la vecchia ferrovia che un tempo collegava Spoleto a Norcia. Una greenway nel cuore più selvaggio dell’Umbria che percorre comprensorio in cui contrasti paesaggistici e culturali mantengono ancora viva la tradizione ed accompagnano i bikers in un itinerario dai mille volti. Tante le occasioni per vivere incontri molto interessanti: è abbastanza facile, infatti, scorgere numerose specie di rapaci diurni che si librano in volo dalle maestose pieghe rocciose che incorniciano il percorso. I più comuni sono il Gheppio e la Poiana, o addirittura una coppia di Aquila Reale che ha il suo nido in una delle gole attraversate dalla vecchia ferrovia.  Mentre gli appassionati di rafting scivolano sulle acque del Nera, chi fa trekking o pedala può anche esplorare una vecchia galleria stradale abbandonata. Buio, pipistrelli, spifferi gelati e cigolii sinistri garantiscono 5 minuti da brivido.

Trekking:

Un angolo di Umbria , la Valnerina, conosciuto per una sacralità antica come le leggende che abitano questa terra, dove i santi e gli anacoreti umbri hanno trascorso ore di preghiera e meditazione, è la scenografia ideale per chi, con gli scarponcini ai piedi, ricerca un’esperienza “slow”, all’insegna della natura e dello sport.  Dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini alla Cascata delle Marmore ogni sentiero conduce a borghi che custodiscono importanti testimonianze architettoniche  o a punti panoramici che regalano scorci indimenticabili. Trekking in Valnerina significa scoprire e riscoprire antiche strade ed angoli dimenticati, camminare sulla linea di confine tra cielo e terra, sulle tracce di una volpe  o di uno dei cavalieri del passato. Stacca la spina del quotidiano e concediti uno spazio per vivere fuori dal tempo, per essere padroni dei propri passi e nutrirsi a piene mani di sensazioni irrinunciabili.

Deltplano e paracadutismo:

L’idea di volare, il desiderio di poter imitare gli uccelli, ha sempre destato nell’uomo sensazioni straordinarie. Dal mito di Icaro al genio di Leonardo da Vinci fino all’invenzione dei fratelli Wright. tuttavia, seduti in comode poltrone reclinabili non proviamo certo la sensazione di essere noi, con il movimento del nostro corpo, a consentire di librarci in aria. Sensazioni invece che colpiscono piacevolmente gli appassionati del parapendio e del deltaplano. Pochi passi e via… Un lungo respiro e l’aria sembra avere improvvisamente un profumo mai sentito prima. Una volta in volo, il silenzio è quasi surreale. L’unico rumore che si avverte è quello del vento tra le corde della vela. I sensi si colorano di emozioni mai vissute prime. Esaurita la potente carica emotiva dei primi secondi, si inizia a prendere confidenza con questa nuova prospettiva: è il momento di godersi la vista riservata agli uccelli e ai pochi fortunati che hanno nel sangue questa passione. Giù in basso, con la luce di taglio di uno splendido tramonto, il verde dei boschi e della campagna si accende in tutte le sue sfumature, e la linea dell’orizzonte si fa più marcata. Un’esperienza da vivere, a metà strada tra realtà ed incantesimo

Paolo Aramini
RIPRODUZIONE RISERVATA ©

 

 

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo