Scoprire la Sardegna a cavallo

Uno dei modi più affascinanti e divertenti di trascorrere in questo periodo le vacanze in Sardegna è scoprire l’isola a cavallo, grazie al quale è possibile raggiungere luoghi impraticabili in macchina e godere di panorami inediti. Visitare la Sardegna a cavallo significa trascorrere una vacanza immersi nella natura e nella tradizione dal momento in cui questo nobile animale è il protagonista delle più celebri feste e delle antiche passioni dei sardi. I centri ippici e i maneggi non mancano affatto, sia nelle zone costiere che nell’entroterra, e i momenti indimenticabili saranno certamente molti.

Chi opta per il turismo equestre, che sia spinto dalla curiosità, dall’amore per la natura o dalla volontà di praticare sport agonistico, deve organizzare la vacanza sulla base delle proprie capacità. Gli esperti che desiderano una vacanza “full immersion” possono rivolgersi ad un equiturismo o un agriturismo e scoprire il territorio interamente a cavallo, percorrere gli itinerari in mezzo alla natura incontaminata facendo sosta negli ovili o nei campeggi attrezzati. I principianti possono invece cominciare con qualche lezione di equitazione, alloggiare in una casa Sardegna e partire per brevi escursioni sotto la guida di un istruttore.

Sassari, Nuoro e Oristano sono le province più dotate di strutture equestri: il Country Horse (uno dei più grandi d’Europa), l’Equitours, il Taloro, Caddos e Sardinna sono i migliori centri dell’isola e offrono ogni genere di servizio. L’interno dell’isola offre una rete di sentieri lunga più di 400 km, attraversando territori ricchi di testimonianze storiche e di risorse ambientali e naturalistiche e percorrendo le vie anticamente frequentate dai pastori e dai carbonai. Inoltre, grazie al progetto Ippovia Mediterraneo, la maggior parte di questi sentieri sono dotati di segnaletica e cartine guida.

In realtà è possibile visitare la Sardegna a cavallo in tutto il territorio grazie ai numerosi centri equestri, maneggi e scuole di equitazione operanti un pò ovunque. Preparatevi ad itinerari davvero emozionanti come quelli sul Monte Limbara, nei boschi di sugherete di Tanca Regia e dell’Altopiano della Giara, nelle spiagge selvagge della Costa Verde e di Costa Rei, dove non è raro trovare qualche cavaliere fare un bagno ristoratore al tramonto.

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Un commento to “Scoprire la Sardegna a cavallo”

  1. Andrea ha detto:

    Abbiamo fatto una “mini escursione” nella provincia di Oristano (zona sud, verso il medio Campidano) e ci sono dei luoghi veramente stupendi da visitare a cavallo.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo