L’autorizzazione ESTA per viaggiare negli USA senza visto

Anche dopo il caos scaturito in seguito alle ultime elezioni statunitensi molte persone continuano a viaggiare negli USA per diversi motivi. Ad esempio moltissime persone stanno viaggiando per turismo, mentre altre per affari. E c’è persino chi è diretto negli USA semplicemente per un volo di collegamento. Nonostante le differenti ragioni queste persone hanno una cosa in comune: possono usufruire tutte dell’ESTA, Electronic System for Travel Authorization, il sistema di autorizzazione elettronica al viaggio, per poter entrare negli USA.

L’autorizzazione ESTA non è un visto, ed è prevista solamente se si intende entrare nel Paese per meno di 90 giorni e per motivi turistici o d’affari, o anche se si deve fare solamente scalo. Se è proprio ciò di cui avete bisogno sarà sufficiente compilare un semplice modulo online per ottenere l’autorizzazione ESTA al viaggio. Se invece non si soddisfano questi semplici requisiti sarà necessario richiedere un visto per poter entrare negli USA.
L’ESTA fa infatti parte del Visa Waiver Program, il programma di viaggio senza visto, e per poter prendere parte al programma è necessario possedere la cittadinanza di uno dei 38 paesi che ne fanno parte, tra cui anche l’Italia.

La nascita dell’ESTA va ricondotta agli attacchi terroristici dell’11 settembre, in seguito ai quali il Governo degli Stati Uniti ha deciso di rinforzare il sistema di controllo sui passeggeri diretti negli USA via mare o via aerea. Dal 2009 è così diventato obbligatorio richiedere l’ESTA.
Dal momento della sua introduzione è necessario essere in possesso dell’autorizzazione al viaggio prima partire, pena l’esclusione dall’imbarco. Lo scopo dell’autorizzazione ESTA è infatti di verificare che il viaggiatore non possa costituire un pericolo per i cittadini statunitensi.

Per richiedere l’ESTA è sufficiente entrare sul sito ufficiale del Governo degli Stati Uniti e compilare il modulo online. La compilazione richiede all’incirca trenta minuti, ed è possibile delegare la compilazione del modulo ad una terza parte nel caso in cui non si voglia farlo in prima persona.
Durante la compilazione del modulo verranno richieste informazioni riguardanti il viaggiatore, tra cui anche alcune sul passaporto e altre sul viaggio.
L’autorizzazione ESTA è legata al passaporto con cui è richiesta, e l’unico tipo di passaporto con cui è possibile richiedere l’ESTA è quello elettronico.
Per poter riconoscere il passaporto elettronico è sufficiente verificare la presenza del logo nella parte bassa della copertina. All’interno del passaporto è inoltre inserito un microchip contenente le informazioni generali, una foto e le impronte digitali del titolare.

Dopo aver compilato il modulo ed aver effettuato il pagamento di 14 dollari è necessario attendere una risposta. Nella quasi totalità dei casi sono sufficienti alcuni minuti per ottenere l’ESTA. È però possibile che siano necessari maggiori controlli, in questo caso è garantita una risposta entro le 72 ore.
Se invece l’autorizzazione ESTA viene negata l’unica possibilità per entrare negli USA sarà ottenere un visto.

L’ESTA ha una validità di due anni dal momento del suo rilascio. È possibile utilizzare più volte l’autorizzazione ESTA durante tutto il periodo di validità dell’autorizzazione, con l’unico limite di rispettare le regole seguite per il rilascio.
Se durante il periodo di validità dell’ESTA il passaporto perde la sua validità anche l’ESTA subirà lo stesso destino.

Una volta sbarcati sarà sufficiente superare i controlli degli agenti di sicurezza di confine per potersi godere il proprio viaggio negli Stati Uniti.

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo