VIAGGI-DI-GRUPPO

Come organizzare un viaggio di gruppo perfetto

La maggior parte delle persone vive le giornate con ritmi veramente stressanti, mille impegni a cui far fronte, tra la casa, la famiglia, il lavoro e un briciolo di vita personale. Quando si inizia a sentirsi troppo stanchi e giù di morale è arrivata l’ora di staccare la spina, anche per solo un paio di giorni e ricaricare le batterie per ripartire in forma smagliante. Una soluzione piacevole per abbandonare la routine è senza ombra di dubbio organizzare un bel viaggio, magari in compagnia dei propri amici o delle persone con cui ci fa piacere trascorrere del tempo.

Leggi tutto »
borghi del Salento

Borghi del Salento: il turismo non convenzionale del Tacco

Il Salento è una meta di riferimento del turismo balneare italiano. La costa del Tacco, tra versante ionico e adriatico, accoglie ogni estate migliaia di turisti provenienti da ogni parte del Belpaese e anche al di là dei confini nazionali e che riempiono ogni hotel, b&b e residence Salento. Settembre riporta il territorio in uno stato di quiete, cessano gli eventi, si svuotano i centri turistici, resta un turismo diverso, non di massa, meno mainstream, poco altisonante ma del tutto particolare e suggestivo; è il turismo dell’arte antica, dei borghi arroccati nella roccia, del visitatore che non si lascia ammaliare dalle acque trasparenti e che sa guardare altrove.

Otranto

Otranto è una delle mete più conosciute del contesto salentino, perla che accarezza il litorale adriatico nel suo punto più azzurro e che, ogni giorno, saluta il primo sole d’Italia. Inserito nell’elenco ANCI dei borghi più belli d’Italia, il centro idruntino regala un dedalo di stradine anguste in cui sembra che il tempo si sia fermato; fascino esoterico e suggestioni artistiche si susseguono per le vie all’interno della porta che dà accesso al borgo antico. Il castello di Otranto regala la possibilità di scrutare l’orizzonte marino da una posizione privilegiata, sormontando la pietra che scolpisce la città e che si esalta intorno alle costruzioni monumentali più suggestive. Otranto è la città che fu teatro dello sterminio di 813 cittadini locali, giustiziati dalle milizie ottomane nel 1470 perché rifiutarono di convertirsi all’Islam; ed è la città che accoglie il mosaico pavimentale più grande d’Europa, misterioso, affascinante e inestricabile.

Presicce

Al pari di Otranto, anche Presicce fa parte dell’elenco stilato e aggiornato costantemente dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani. Una cittadella da appena 5.000 abitanti, disegnata nel profondo Sud del Salento. Il borgo è conosciuto come la “Città degli Ipogei”, per via dei numerosissimi frantoi sotterranei che personalizzano il tracciato rurale che scherma la città. Ma è anche la città dei monumenti religiosi, delle chiese antiche e dei palazzi civili, alternati in maniera quasi scientifica tra un tornante e un vicolo.

Specchia

Ultimo comune leccese insignito dall’ANCI è Specchia, distante pochi chilometri da Presicce e di pari dimensioni. Il borgo ha preservato e mantenuto il suo assetto medievale, la pietra viva è l’elemento distintivo che dona colore e caratterizzazioni d’arte al posto. La città si accende tra chiese barocche, gotiche e bizantine, architetture civili che riscrivono su pietra la storia delle famiglie che la governarono e dei poteri di cui erano espressione diretta. ed oggi è sempre lì, manifesto impagabile di un’epoca che non può più esistere ma che continua a mostrarsi.

Leggi tutto »

Tutto sull’enogastronomia del Sulcis Iglesiente

Il Sulcis Iglesiente, così come tutta la Serdegna, è indissolubilmente legato al suo mare, in particolare per quanto riguarda la gastronomia.
Moltissime infatti, sono le specialità a base di pesce che si possono gustare in tutta l’isola ed, in particolare, in questa splendida regione. Partendo dagli antipasti una menzione va alla burrida, ovvero un gattuccio di mare cucinato con aggiunta di prezzemolo e noci, una senz’altro alla bottarga, uova essiccate di tonno o muggine, che si serve a fettine condite con un filo di olio d’oliva o come condimento per la pasta.
La cucina carlofortina risente di storiche influenze nordafricane e genovesi, per questo offre una deliziosa e ampia varietà di pietanze molto differenti tra loro: si parte da una minestra di verdure, per passare alla pasta al “pesto carlofortino”, fino ad arrivare al “cascà”, una sorta di cuscus locale servito con un intingolo a base di legumi e ancora con innumerevoli ricette a base di tonno, che è, ovviamente, la vera specialità di questa parte della Sardegna dove si trovano le uniche tonnare fisse in attività di tutto il territorio italiano.
Passando ai primi piatti va ricordata “sa fregula”, un impasto di acqua e palline di palline di semola di grano, da servire “cun cocciula”, ovvero con le arselle fresche di giornata.
E ancora, tra i primi, chi non conosce i malloreddus? Sono i tipici gnocchetti di semola e zafferano, da condire con salsa di pomodoro e formaggio. A seguire ricordiamo i culingionis, ravioli di semola fine.
Un’eccellenza della zona è la carne di maiale, ovvero “su purceddu”, specialità tra le più apprezzate della cucina sarda, che è il maialino da latte cotto allo spiedo ed insaporito da un misto di erbe aromatiche quali mirto, timo, alloro e finocchio selvatico.
In tutto il mondo sono noti i deliziosi formaggi sardi, in particolare meritano menzione il fiore sardo e il pecorino, dal sapore forte e piccante, entrambi insigniti del marchio dop.
Dopo questa carrellata dall’antipasto al formaggio, non si può che passare al dolce: il più famoso dessert sardo sono le “seadas”, ovvero delle delicate sfoglie di pasta fritta, ripiene di formaggio di pecora e cosparse di miele e zucchero. Perfette per essere accompagnate da un bicchierino di mirto, il liquore più famoso della Sardegna dal sapore molto aromatico e dagli effetti digestivi.
La Sardegna brilla anche nel campo enologico, tra i suoi vini più famosi ricordiamo il vermentino, la vernaccia e il cannonau.
Il pane in Sardegna è un vero prodotto storico e culturale, ancora oggi viene preparato seguendo fedelmente antiche lavorazioni tramandate dai nonni.
Tra tutti i pani della tradizione, il più noto tra tutti è il pane carasau, conosciuto anche col nome “carta musica”, ovvero una sfoglia tonda, molto sottile e croccante, costituita da un impasto di farina e semola, che si gusta semplicemente con olio e sale (nel qual caso si chiama pane guttiau), ma anche ammollato nell’acqua (ed allora prende il nome di pane infusthu) e servito con salumi e formaggi.
Immergendo le sfoglie del carasau in acqua bollente per poi condirle, a strati, con salsa di pomodoro, carne macinata, pecorino grattugiato e uova, si ottiene una deliziosa ‘lasagna’.
Un altro tipo di pane meno noto, ma altrettanto buono è “Su cifraxu”, una pagnotta dalla crosta scura e la mollica morbida, che si ottiene impastando farina e semola di grano.
Di forma piatta, simile alla della piadina romagnola, è la “spianada” che si ottiene impastando acqua e farina di ceci.
Moltissime sono le piante aromatiche ed officinali che la ricchissima macchia mediterranea sarda porta in tavola: il finocchio di mare, le cui foglie, una volta sbollentate in acqua e aceto, si possono gustare in insalata, il profumato rosmarino, il tarassaco, il mirto da cui il famoso liquore, la borragine e l’ortica.

Leggi tutto »
luggage-1482693_1920

Dove fare le vacanze quest’anno: 10 luoghi per 10 personalità differenti

L’anno nuovo è appena cominciato e tu come molte persone sei già in cerca di un posto dove trascorrere le vacanze estive? Dallo scorso anno ti sei ripromesso di prenderti per tempo e organizzare le ferie in un posto speciale? Allora lo scoprirai! Questo è l’articolo che fa per te!

Un modo del tutto nuovo per scegliere le proprie vacanze è quello che ti propongo ora: sceglierlo in base alla personalità.

 

1. Se il tuo spirito è quello di una persona energica, sempre in cerca di avventure…

… La soluzione per te è quella di andare alla scoperta della bellissima Spagna e del Portogallo intraprendendo il meraviglioso Cammino di Santiago alla scoperta del suo territorio e della sua storia. Per percorrere a piedi tutto il percorso occorre pressoché un mese, occorre infatti essere motivati, prendersi il proprio tempo, mettersi in contatto con il proprio corpo e trovare il proprio equilibrio.

2. Se ami gli sport ed anche in vacanza vuoi praticare diverse attività…

… Allora quello che fa per te è scoprire le bellezze del Lago di Garda! Il Lago più grande d’Italia non lontano da centri storici molto importanti, dalle pianure e dalle montagne! Moltissime sono le attività che si possono fare in questa località: si va dagli sport acquatici come la vela, il kitesurf, nuoto, scii d’acqua, immersioni subacquee, sup; per passare poi agli sport più particolari come paracadutismo, parapendio, alpinismo, scalate, escursioni in mountain bike, con il quad, etc.

Nemmeno dell’alloggio ti devi preoccupare, in questa zona infatti troverai campeggi, resort, hotel per dormire vicino ai Parchi del Garda e agriturismi con la piscina sul Lago di Garda dove poter soggiornare.

3. Se ami il lusso e le tue vacanze devono essere vacanze d’oro…

… Allora non puoi fare a meno di concederti una vacanza all’insegna di auto e moto sportive, di hotel da sogno e della moda e lo stile fashion che puoi trovare a Dubai. Il lusso e le bellezze di questa città ti faranno rimanere a bocca aperta.

4. Se ami fare festa e in ferie ci andrai con gli amici…

… Allora ti consiglio di andare in vacanza in Croazia! Mare stupendo, prezzi appetibili, bus pieni di ragazzi come te con una voglia matta di festeggiare e divertirsi nelle più famose discoteche e feste delle zone balneari.

5. Se sei invece il tuo spirito è romantico e sorprendente…

… Corteggia la tua fidanzata anche durante il periodo estivo portandola in Salento! Una delle località italiane più belle in assoluto. Una località sia romantica che piena di passione e di sapore. Troverete sicuramente lo spirito giusto per quest’avventura anche grazie alla calorosità delle persone che vi sapranno accogliere in ogni angolo.

6. Se vuoi rilassarti e concederti la pausa che meriti…

Scegli tra le Isole Baleari: Minorca! Prezzi convenienti, molto più bassi delle più conosciute isole Formentera ed Ibiza. Luoghi stupendi e alloggi unici dove potersi concedere una meritata pausa dallo stress della routine quotidiana assieme alla propria famiglia, alla propria fidanzata o agli amici.

 7. Se sei una persona affascinata dall’arte e dall’architettura…

… Non puoi farti sfuggire la bellissima Berlino! Città famosa per il suo aspetto avanguardistico che fonde al meglio cultura, design, architettura, arte, musica e meccanica. Città in continua evoluzione con moltissimi musei e giardini da poter visitare.

8. Se sei la tipica persona altruista che si preoccupa per gli altri…

… Ti consiglio di avventurarti in un bel viaggio umanitario con l’aiuto di qualche onlus, in aiuto alle moltissime persone e ai bambini dell’Africa Subsahariana che hanno tanto bisogno di aiuto e di affetto. Un bel viaggio alla scoperta di moltissime popolazioni con usanze differenti che ti faranno vivere un’esperienza indelebile per tutta la vita. Regalandosi un’esperienza del genere non sarà facile dimenticarsene e prendere la vita con un’altra filosofia.

9. Se sei sempre stato un sognatore e vorresti tornare a quando eri più piccolo…

… Non puoi perderti la bellissima Cattedrale di San Basilio a Mosca (Russia). Una struttura imponente costruita dal 1555 al 1561, colorata, molto sfarzosa, con forme fiabesche, che sembra uscita dalla favola di Aladino! Ne rimarrai colpito!

10. Se ti piace il mare, la natura ed i fondali…

… Ti consiglio Porto Rico nell’isola di Flamenco Beach. Luogo è davvero incantato è una delle spiagge più belle del mondo con sabbie chiare e acque turchesi. È la soluzione ideale per chi vuole rilassarsi e conoscere nuovi luoghi.

 

 

Leggi tutto »
trekking in bici

Trekking su bici elettrica: consigli utili prima di partire

Il cicloturismo ha sviluppato negli ultimi anni un nuovo filone di consumo, alimentato dagli amanti delle biciclette elettriche e che scelgono i mezzi ecologici come fattuali alternative di mobilità urbana ed extraurbana.

Il trekking su e-bike si rivolge a un target più specifico composto da quanti amano unire la piacevolezza del viaggio all’esperienza del percorso ciclico, esempio di turismo virtuoso e consapevole ma anche complesso nella sua gestione e organizzazione. Ecco qualche consiglio utile da tenere in seria considerazione prima di partire alla volta di un percorso di trekking.

Come scegliere la destinazione adatta

Inevitabilmente, le esigenze del cicloturista variano in relazione all’esperienza e alle capacità di quest’ultimo. Indispensabile, a prescindere da ciò, è la scelta di una struttura adeguatamente attrezzata per il comfort del ciclista, dunque è bene selezionare una location in grado di garantire la custodia della bici elettrica (o il suo noleggio), un punto di ricarico efficiente, la vicinanza con percorsi cicloturistici adeguati alle proprie aspettative. Il consiglio è di orientarsi verso quelle location capaci di offrire più alternative di itinerario e con diversi livelli di difficoltà. Così, sarà possibile modulare gli sforzi in relazione allo stato di forma o alle persone che scelgono di aderire all’escursione e variare i tracciati di giorno in giorno, aumentando la difficoltà man mano che si prende confidenza con le caratteristiche del luogo.

Le alternative dei tour operator

Un’altra mossa astuta è quella di contattare i tour operator del settore chiedendo informazioni utili sui luoghi e i tragitti consigliati, oltre che le tariffe proposte. Che decidiate di affidarvi a una vacanza organizzata o meno, potrete in ogni caso acquisire nuove informazioni utili e farvi un’idea del budget da destinare all’impresa ciclistica, vagliando più opzioni in poco tempo. La gita organizzata è una validissima soluzione soprattutto per i principianti del cicloturismo: attenzione perché guidare la bici da molto tempo non vi rende esperti cicloturisti poiché il trekking richiede abilità ed esperienze in parte differenti da quelle richieste a un appassionato di ciclismo e che hanno a che fare con la pianificazione del viaggio, l’identificazione dei punti di sosta, la definizione delle strumentazioni necessarie, dalla bisaccia ai kit di pronto intervento in caso di foratura, ecc.

Leggi tutto »
  • Tag

  • I siti che seguiamo