San Giorgio di Valpolicella, uno dei borghi più belli d’Italia

Fino a non molto tempo fa in provincia di Verona era solo uno il borgo che si poteva fregiare di essere uno tra i “Borghi più belli d’Italia”, anzi persino il più bello per un anno.

Poi, però, si è fatto strada un secondo borgo. Siamo in Valpolicella, terra celebre in tutto il mondo per il vino Amarone. Percorrendo strade che attraversano vigne e salendo sempre più su si arriva al borgo di San Giorgio di Valpolicella. A dispetto del suo secondo nome datogli dagli abitanti della zona, Ingannapoltron, è raggiungibile solo dopo un lungo cammino, ingannando i “poltroni” (cioè le persone pigre) a cui dà una sensazione di vicinanza.

La vocazione vinicola della zona si percepisce alla vista con filari lunghissimi che percorrono le colline, ma anche all’olfatto. Nei periodi di vendemmia il profumo del mosto è percepibile nell’aria che attraversa queste colline a sud dei monti Lessini, baciate dal sole in estate e attraversate dalla nebbia in autunno.

Oltre al vino, San Giorgio è conosciuto anche col nome di San Giorgio in Ganna, dove ganne è un termine preromano che significa “mucchio di pietre”, a indicare l’antica attività di lavorazione della pietra. La zona intorno a questo borgo. Infatti, è piena di cave da cui proviene il celebre marmo rossi di Verona (quello che vedete spesso nelle chiese per capirci).

Degna di nota è la Pieve di San Giorgio, uno dei più importanti monumenti di età romanica nel territorio veronese. Particolarità di questa costruzione è la presenza di due absidi, a testimonianza delle varie fasi di costruzione che si sono succedute. Se siete ancora stanchi per la salita vi potrete riposare nel Chiostro, dove ancora regna la pace ricercata dai monaci medievali.

Leggi tutto »

Le vacanze estive? A Verona in camper!

La scelta della meta per le vacanze estive è sempre molto ardua, almeno quanto il mezzo con cui viaggiare (d’altronde se Carlo Verdone ci ha costruito un suo personaggio ci sarà un motivo).

C’è, infatti, il vacanziere comodo che arriva in un luogo in macchina e non si muove più per 10 giorni, ma c’è anche l’avventuriero che si deve spostare ogni giorno per visitare nuovi luoghi. Per quest’ultimo la soluzione ideale è il camper!

La meta? Verona e provincia!

Il motivo è semplice: Verona ha una posizione invidiabile al centro nord, per cui in poche ore potete raggiungere mete come Venezia, Milano, il Trentino e Firenze. Ce n’è per tutti i gusti insomma, dal mare alle montagne fino alle città d’arte.

Perché il camper è altrettanto ovvio, vi dà la libertà di non dover cercare alloggi e scegliere ogni giorno una meta diversa, anche se decideste di restare nella provincia di Verona.

Già perché a Verona non manca niente: avete Verona, a cui non servono presentazioni; avete le montagne della Lessinia e il Monte Baldo; avete borghi stupendi come Borghetto di Valeggio sul Mincio e avete il lago di Garda. Un’esperienza davvero a 360 gradi, qualunque cosa scegliate.

“E se il camper non ce l’ho?” Nessun problema, potete affidarvi a un servizio di noleggio camper Verona.

Non vi resta che prenotare!

Leggi tutto »
viaggio in estate

3 mete mondiali dove trascorrere le vacanze estive

Avete poco tempo per prenotare il vostro viaggio ma ancora non avete deciso qual è la destinazione prescelta? Non è semplice scegliere la meta dove trascorrere le proprie ferie, lo sappiamo, poiché sono davvero tante le cose da tenere a mente prima di decidere. Una fra tutte il budget: alcuni posti, infatti, sono davvero troppo costosi e non abbordabili per qualsiasi tipologia di tasche. Ecco perché è bene sempre capire qual è la reale somma che si ha a disposizione per evitare di scegliere mete poco fattibili. Inoltre, è importante considerare il periodo prescelto: ad agosto, infatti, ogni luogo è soggetto ad un inevitabile caos che potrebbe portare a dei disguidi nella vostre vacanze.
Se avete considerato tutto questo ma siete ancora indecisi, ecco alcune idee per una vacanza estiva indimenticabile.

1. Corsica

La Corsica è un’isola davvero bellissima: romantica, affascinante e soprattutto ricca di paesaggi da mozzare il fiato. Che la vostra vacanza sia in coppia o con amici, la Corsica è la meta perfetta da visitare in lungo e in largo. Potete partire, ad esempio, con la zona settentrionale dove ammirare Bastia, una piccola città storica con tantissimi quartieri caratteristici e peculiari del posto. Se invece volete subito fare un tuffo in mare, allora procedete verso la parte più meridionale dell’isola, verso Saint- Florent dalla spiaggia bianchissima dove prendere una rilassante tintarella. Insomma, un’isola per tutti i gusti e le tasche dai paesaggi unici nel loro genere.

2. Grecia

Anche la Grecia è una meta perfetta per coppie e non solo. In questo caso, potete decidere di trascorrere delle vacanze in barca a vela Grecia Cicladi dove ammirare tutti gli isolotti del Paese. Un esempio? Potete ammirare la splendida Mykonos, meta di giovani per via delle sue spiagge e la sua movida; o Creta, caratteristica per la sua storia e i suoi monumenti molto antichi. Difatti, è possibile anche visitare le isole del Dodecaneso, dalle più vivaci alle sconosciute per vere vacanze da sogno.

3. Bali

Ora spostiamoci dall’altra parte del mondo. Si dice che Bali sia la meta preferita degli australiani: questo perché è il luogo perfetto dove fare surf per via delle sue spiagge ventose dalle onde gigantesche. Inoltre, sono anche i tramonti ad essere davvero pazzeschi in quest’isola dell’Indonesia. Potrete, infatti, ammirare il calare del sole in spiaggia con in mano un meraviglioso cocktail. Se invece il mare non vi basta, vi consigliamo di fare un salto a Kuta, un piccolo paesino conosciuto per le sue feste divertenti dove liberare tutto lo stress e le negatività.

Leggi tutto »

Castelli Romani: Nemi e Castel Gandolfo, due perle affacciate sui laghi

Il Lazio offre tantissime opportunità per trascorrere un weekend lontani dal centro città e dalla routine quotidiana, ma se non volete allontanarvi troppo dalla Capitale, l’idea migliore è visitare i preziosi borghi dei Castelli Romani. In due giorni ci si può fare un’idea del patrimonio artistico, naturalistico e gastronomico di questi 17 comuni italiani, di feste ed eventi del luogo, senza spendere una fortuna.

Vi proponiamo un piccolo tour da fare il sabato e la domenica in due dei borghi più caratteristici, Nemi e Castel Gandolfo, due piccole perle che affacciano su due laghi vulcanici molto vicini.

Nemi è famosa per la coltivazione e la Sagra delle fragole, mentre Castel Gandolfo è nota per essere la residenza estiva dei papi oltre ad essere uno dei Borghi più belli d’Italia del Lazio.

Castel Gandolfo si trova a circa 20 km di distanza da Roma e si erge a picco sul Lago Albano

LAGO ALBANO DI CASTEL GANDOLFO

Se vogliamo conoscere il passato di questo piccolo gioiello dobbiamo fare un salto al Ninfeo Bergantino (noto anche come Bagni di Diana o Speco di Diana, in Via dei Pescatori, 21), un sito archeologico sulla riva occidentale del Lago Albano che si sviluppa in più ambienti formati da grotte naturali risalenti all’epoca domizianea. Queste cavità venivano utilizzate come edifici termali e, più avanti, come rimessa delle barche del Pontefice, che era solito discendere al Lago.

Il Brigantino è infatti un termine in rifermento a una tipologia di veliero. Il Ninfeo Bergantino è stato riscoperto soltanto nell’Ottocento, in seguito ad alcuni scavi che ne hanno riportato alla luce gli antichi splendori: oggi altri reperti sono conservati nell’Antiquarium della Villa Barberini.

Arrivando al centro di Castel Gandolfo si rimane subito affascinati dalla geometria di Piazza della Libertà su cui affaccia il Palazzo Pontificio. Si possono visitare le sue sale maestose e il magnifico Giardino Barberini, anche grazie al treno elettrico messo a disposizione dalla stazione ferroviaria della Città del Vaticano sino alle Ville Pontificie. 

Castel Gandolfo è il luogo ideale per regalarsi una passeggiata lungo la via centrale e affacciarsi sulle suggestive terrazze con vista sul lago, vicino alle quali si trovano un’infinità di locande e ristorantini. Prima di andare via è consigliabile una rapida visita alla Chiesa di San Tommaso da Villanova, sempre nella piazza principale del paese, voluta da Papa Alessandro VII Chigi e progettata da Gian Lorenzo Bernini. Sulla facciata è visibile lo stemma dei Chigi e all’interno vi sono opere del Borgognone, Pietro da Cortona e di Antonio Raggi.

Per dire di conoscere al meglio Castel Gandolfo non si può perdere il Lungo Lago (Via Spiaggia del Lago), con gelaterie, stabilimenti balneari, ristoranti e locali. Il Lago Albano è una meta ambita dai turisti e dagli abitanti del posto che vogliono godersi l’atmosfera gioiosa del fine settimana, dagli amanti del trekking, che scelgono di completare a piedi l’anello del lago, dagli appassionati di Kayak e canoa o da chi vuole semplicemente portare a spasso il cane.

La domenica è tutta dedicata a Nemi, situata a soli 10 km dal centro di Castel Gandolfo.

NEMI

Nemi è arroccata a poco più di 500 m sul livello del mare e circondata da una natura rigogliosa: anche quest’anno è stata insignita della ‘bandiera arancione’ del Touring Club per i suoi standard di eccellenza. Anche il Lago di Nemi è meta di tanti sportivi (canoa, pesca, kayak, nuoto ecc), anche se le spiagge che lo circondano sono molto piccole e selvagge: perfette per gli amanti della natura selvaggia e incontaminata.

È imperdibile la visita al Museo delle navi romane, concepito negli anni Trenta per ospitare le due navi dell’imperatore romano Caligola, ritrovate proprio nel più piccolo comune dei Castelli Romani (lunedì-sabato dalle 9 alle 19).

Anche Nemi ha vari angoli e vedute da cui apprezzare dall’alto gli scorci incredibili del lago: per i più romantici la Terrazza degli innamorati è il luogo più adatto da cui ammirare il paesaggio. Dopo essersi inerpicati per le stradine strette su cui si affacciano i balconi dei palazzi storici del paese, aver ammirato la bellezza degli esterni di Palazzo Ruspoli, si può concludere entrando nel Santuario del Crocifisso in cui sono conservate il Crocifisso di Vincenzo da Bassiano e l’icona della Madonna di Versacarro, che secondo una leggenda del posto fu rubata e caricata da un carro dei buoi che miracolosamente girarono il mezzo e la ricondussero nel luogo sacro.

Nemi e Castel Gandolfo sono due paesi importanti dei Castelli per il loro legame con i laghi di natura vulcanica lungo le cui distese si ergono: non si può perdere una visita a questi centri di una bellezza e di un romanticismo intramontabile.

Leggi tutto »

Visitare Barcellona, ecco cosa sapere prima di partire

Viaggiare è da sempre l’unica maniera per aprire per davvero i nostri orizzonti, venire a contatto con stili di vita differenti dal nostro e acquisire un po’ di spirito di tolleranza, comprendendo a fondo gli aspetti che rendono forte un’identità.

Al contrario il restare ancorati senza mai sperimentare, tenere addormentata quella sana curiosità che anche se leggermente sopita alberga in tutti noi, è una fonte di frustrazione nonché di un atteggiamento di rifiuto dell’esistenza dell’altro.

Insomma, la vacanza, non quella da turisti che seguono il gregge, ma da viaggiatori interessati e che osservano la realtà circostante è una sorta di seduta psicoterapeutica, un viaggio in una località e dentro noi stessi.

La scelta dei luoghi da visitare è senz’altro ampia, ma la Spagna senza dubbio è una nazione da conoscere, vivere e respirare, con i suoi colori, il suo folclore e il suo essere così latina e mediterranea.

In particolare Barcellona, la capitale morale, è un posto spettacolare, un’esplosione, un insieme di fuochi d’artificio scoppiettanti e vitali.

Un soggiorno a Barcellona è sinonimo di incontri, spensieratezza e continui salti nel pasato, tra arte e storia, un andare avanti con un occhio sempre indietro, perché in fondo i secoli passati ci hanno insegnato tanto e vanno onorati.

Si può iniziare il proprio tour con un sopralluogo a Parco Guell, il progetto era quello di costruire una città giardino, in realtà non è mai stato portato a termine, ma quello che c’è, l’intento la dice lunga sullo spirito innovatore della città.

L’ingresso è ornato di due lucertole gigantesche, mentre l’interno vede delle forme architettoniche in stile liberty, siamo quindi nell’epoca della leggerezza e della sinuosità, nella riscoperta di un valore estetico non canonico, ma piacevole e a tratti sovversivo e irriverente.

Con gli occhi ancora pieni di verde e novità, si prosegue il percorso verso la collina del Montjuc dove è possibile, o meglio è obbligo ammirare la fontana magica, costruita nel 1929 dell’ingegnere CarlesBuigas, così mentre Wall Street crollava e i mercati finanziari conoscevano il significato della parola collasso, Barcellona sorrideva alla vita, con una fontana che regala acqua e colori.

Per gli amanti del calcio, ma anche per quelli che non possono rinunciare ad ammirare esempi di architettura, lo stadio Camp Nou è una tappa obbligata, se poi siete così fortunati da poter assistere ad una sfida tra Barcellona e Real Madrid, lo spettacolo è completo, l’agonismo unito alla magnificenza da sempre le sue sacrosante soddisfazioni.

Una visuale completa della città si può avere dalla collina del Tibidabo, e contemplare il cielo che si fonde con la terra, per ritrovare un po’ di quiete in una città come Barcellona che non ti lascia mai da solo.

L’hotel a Barcellona diventerà soltanto un unto di sosta per la notte, che di solito è brava, quindi se non vi potete permettere tutti i confort non vi preoccupate, ci penserà la città a donarveli.

Quando il sole tramonta e le tenebre iniziano a calare, significa che è giunta l’ora di dedicarsi al divertimento più puro e sfrenato, i locali dove andare a ballare o a sorseggiare degli ottimi cocktail sono davvero tantissimi, soprattutto concentrati nella zona della Rambla.

Il must è non fermarsi soltanto in uno, ma continuare a cambiarne di continuo, avete presente  il rituale cristiano dei sepolcri? Bene, ora sostituite le chiese con i bar e il gioco è fatto. Senza rasentare la blasfemia, non importa dove andrete, potrete anche bervi una birra in qualche chiringuito, il risultato sarà sempre lo stesso: tanta allegria e spensieratezza.

Non perdete tempo, scegliete le vostre vacanze e mettetevi alla ricerca di un volo conveniente, Barcellona vi attende!

Leggi tutto »
  • Tag

  • I siti che seguiamo