Matera e i suoi Sassi

A Matera sembra che il tempo si sia fermato, si respira un’aria antica , pur vivendo nel presente. Alloggiare nei Bed and Brekfast, della città sarà una esperienza di autenticità e di vita. Matera è patrimonio dell’umanità dell’Unesco, grazie non solo ai suoi “sassi, che sono uno spettacolo unico al mondo, suggestivo e indimenticabile. Scenario di numerosi film, la città vanta ben 150 chiese rupestri, simbolo di una fede forte nel tempo, meta di molti pellegrini, per loro la soluzione migliore è pernottare presso i comodi ed ospitali B&B della città.
Matera non è un luogo da turismo di massa, anzi, predilige il turista attento e consapevole, colui che quando visita una città ne vuole conoscere tutto: il paesaggio ma anche la gente, la cucina, davvero ottima, la cultura e la tradizione. Per questo turista si aprono le porte dei Bed and breakfast Matera, dove il contatto con i gestori sarà quello che si riserva agli amici.
Il turista A Matera rimane folgorato dalla luce e dal colore dello scenario che trova davanti , tutta la storia delle genti che l’hanno scolpita nella pietra, delle popolazioni che vi hanno vissuto e che qui hanno sviluppato la loro spiritualità.
Questa città è davvero diversa da tute le altre, la natura che la circonda è selvaggia, pura, incontaminata. I Sassi sono un grande richiamo, ma Matera ha molto altro da offrire al turista, soprattutto la sua autenticità
La città è un luogo simbolo per il turista religioso tra i luoghi di maggior interesse c’è la Cattedrale, situata sopra un colle, da cui si gode uno scenario meraviglioso sul Sasso Barisano, la chiesa conserva all’interno un pregevole presepio in pietra.
Uniche sono le Chiese rupestri, che risalgono al periodo medioevale, quando si affermo il Monachesimo, la particolarità sta nel fatto che sono scavate nel tufo, lungo i precipizi dell’altopiano delle Murge, armonizzandosi perfettamente con il resto della città nella pietra.
Molto pregevole è la Chiesa di San Pietro Caveoso, del XII secolo, questa sorge su un sasso a strapiombo che ne prende il nome, sul Sasso Barisano, invece sorge la Chiesa di San Pietro Barisano, risalente al XI secolo, la chiesa è parzialmente scavata nella roccia.
Sopra una cripta rupestre, invece nel XVI secolo è stata edificata la Chiesa di Sant’Agostino.
Importanti affreschi sono conservati nella Chiesa di San Nicola dei Greci, immancabili sono le cripte di Sant’Eustacchio e della Madonna degli Angeli.
I pellegrini religiosi non mancheranno di visitare il Santuario della Madonna della Piomba, dove si venera un affresco con l’immagine della Vergine, di origine bizantina.

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo