Viaggiare in Australia in piena sicurezza

L’Australia è un paese affascinante da visitare, dove si fondono in un abbraccio perfetto la natura selvaggia e le metropoli tecnologiche e sviluppate. L’Australia si trova a sud dell’equatore, di conseguenza le stagioni sono invertite rispetto all’Italia, tuttavia esistono diverse zone climatiche che variano in base alla regione ed alla latitudine. L’Australia, chiamata in gergo dai locali Oz, presenta un clima temperato, un clima desertico, un clima tropicale e sub-tropicale ed un clima equatoriale a seconda delle diverse zone. La terra dell’Oz è una destinazione valida per tutto l’anno, tuttavia in alcuni periodi è consigliabile evitare determinate zone per la sua imprevedibilità meteorologica.

Bisogna prestare particolare attenzione al sole, quindi è opportuno portarsi sempre un cappellino, degli occhiali da sole ed una protezione solare per evitare scottature. Se possibile, evita l’esposizione al sole dalle 11:00 alle 15:00. L’Australia è generalmente un paese abbastanza tranquillo, con un tasso di criminalità piuttosto basso, ed i pericoli principali sono connessi alla natura. Nelle regioni tropicali in mare puoi imbatterti in coccodrilli e meduse velenose, in modo particolare nel periodo che va da dicembre a marzo. Evita di nuotare nelle spiagge non controllate e non allontanarti troppo, perché le correnti oceaniche sono molto forti. Nei parchi muoviti sempre con una guida esperta, ed in generale attieniti alle regole previste dalle autorità per non trovarti nei guai.

Il servizio sanitario australiano è uno dei migliori al mondo, soprattutto nelle aree urbane. Nelle zone rurali tende invece ad essere più carente poiché c’è scarsità di personale e di strutture. Tra l’Italia e l’Australia c’è un accordo che permette ai turisti italiani di accedere al servizio sanitario pubblico di base garantito anche agli australiani, per un periodo di massimo 180 giorni. Ad ogni modo se la nostra agenzia viaggi ci propone un assicurazione viaggio, focalizziamoci in particolare su un’assicurazione sanitaria privata prima di partire, che assicuri la copertura delle spese mediche specialistiche, il trasferimento in un altro paese, il soggiorno prolungato forzato o l’eventuale rimpatrio d’emergenza in seguito a malattie o incidenti.

Durante i viaggi transoceanici, come è appunto quello in Australia, purtroppo non sono rari i casi in cui i bagagli vengono persi o arrivano in ritardo. Per mettersi al riparo da questo inconveniente è consigliabile stipulare un’assicurazione bagaglio, che garantisce un rimborso spese per acquistare i beni di prima necessità ed un risarcimento per i danni subiti dalla perdita della valigia. Ad essa si può anche associare l’assicurazione per il furto del bagaglio, una garanzia particolarmente utile se viaggi con videocamere, gioielli ed altri oggetti di valore.

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo