Consigli utili per prenotare un viaggio in Sardegna in traghetto

Da dove si parte? Ma soprattutto quando si parte? Sono due domande molto importanti che ti permetteranno di programmare una vacanza da sogno in Sardegna, riuscendo a massimizzare l’esperienza di viaggio andando anche a risparmiare. Per raggiungere l’isola sarda, che anche per questo 2017 si presenta come una delle mete più amate del Bel Paese, non vi è nulla di più pratico del traghetto. Sei tu a decidere che tratta prendere, potendo così stabilire da che porto partire e soprattutto dove arrivare.

Le tratte per i traghetti Sardegna 2017

  • Civitavecchia – Olbia;
  • Civitavecchia – Arbatax;
  • Civitavecchia – Cagliari;
  • Genova – Porto Torres;
  • Genova – Olbia;
  • Genova – Arbatax;
  • Livorno – Olbia;
  • Livorno – Golfo Aranci;
  • Piombino – Olbia;
  • Napoli – Cagliari;
  • Bonifacio (Corsica) – Santa Teresa di Gallura.

Le compagnie tra le quali scegliere per effettuare la navigazione in traghetto verso la Sardegna sono: Tirrenia, Sardinia Ferriers, Moby, Corsica Ferries, Grandi Navi Veloci (GNV) Grimaldi, SNCM, La Meridionale.

Imbarcare il proprio mezzo di trasporto

Se scegli di viaggiare portando con te il tuo mezzo di trasporto personale, che sia un’auto o una moto, dovrai presentarti due ore prima della partenza, così da prendere parte alla più lunga procedura di imbarco. Si tratta di un’importante decisione che ti permetterà di poter massimizzare la tua autonomia una volta giunto a destinazione. Per ognuna delle compagnie citate in precedenza la prassi è generalmente quella di andare a imbarcare prima le moto e poi le auto. Ogni veicolo potrà essere imbarcato in presenza del suo conducente, seguendo le normative di sicurezza S.O.L.A.S.

Il mezzo di trasporto privato sarà appositamente sistemato nel garage della nave, sul ponte o negli spazi appositi e potrà essere raggiunto solo al momento dell’arrivo al porto di destinazione. Per questo ti consigliamo di controllare di aver preso tutto ciò che ti serve per proseguire il tuo soggiorno a bordo nave.

Nel caso dei veicoli a GPL invece sarà tuo compito andare a segnalarlo alla partenza.

E’ molto importante attenersi alle indicazioni sulle dimensioni dei mezzi che andrai a portare con te in vacanza, controllando prima di prenotare le informazioni presentate sui siti delle diverse compagnie. Se la tua macchina dovesse superare le dimensioni, il rischio è quello di non poterla così imbarcare e soprattutto di pagare una sovrattassa che non è mai contenuta a livello di spesa.

A questo punto il gioco è fatto: scegli la tua destinazione e organizza la tua vacanza!

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo