Il Salento non è solo mare: cosa fare lontano dalle coste

salento

Hotel a Gallipoli, residence a Castro, case vacanza Torre Vado sono presi d’assalto durante tutta l’estate e l’esodo dei turisti diretti verso il Salento si fa di anno in anno più intenso. Sono le spiagge a catalizzare l’attenzione dei visitatori attratti verso il Tacco d’Italia. Coste di sabbia o di roccia che si specchiano nelle acque cristalline, paesaggi fuori dal comune, parchi naturali che abbracciano i due mari salentini. Il Salento, nell’immaginario comune (e nei fatti), è terra di mare, punto e basta.

Il Tacco d’Italia, però, non è solo quello ma tanto, tanto altro. Il Salento ha una sua storia ricchissima, un patrimonio artistico di rara bellezza e può disporre di un’offerta turistica in grado di prescindere dalle attrattive balneari. Ecco la guida al Salento alternativo.

I borghi antichi

Otranto, Presicce e Specchia, insieme, sfiorano appena i 15mila abitanti. Si tratta di tre comuni di dimensioni molto contenute, come quasi tutti quelli del Basso Salento; ma sono anche tre perle di indubbia bellezza, inserite nella lista ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) dei borghi più belli d’Italia. Monumenti trasversali che attraversano per intero la storia del posto e viuzze strette che disegnano un dedalo dalle mille suggestioni, così il Salento si apre a un turismo di nicchia, meno in vista ma altro e tanto affascinante.

Lecce e il barocco

Lecce è una delle capitali italiane (e non solo) del barocco. Il capoluogo salentino fu letteralmente trasformato negli anni a cavallo tra XVII e XVIII secolo. Nel corso degli anni vennero edificati edifici come la Basilica di Santa Croce, il Duomo, le chiese intitolate a Sant’Irene e a San Matteo. La città, signorile, elegante e caratterizzata da colori intensi, è uno spettacolo tutto da scoprire in qualunque periodo dell’anno.

Le masserie e gli agriturismi

Il Salento è anche terra ricca di suggestioni gastronomiche, emblema riuscitissimo della dieta mediterranea e di quel retaggio contadino che è ancora parte integrante dell’identità del posto. Le masserie fortificate, oggi recuperate e rimesse a nuovo, sono il tempio laico di quel mondo che ancora sopravvive. Un soggiorno all’insegna della natura, del cibo buono e a km 0 e del relax è il modo perfetto di trascorrere una vacanza di totale relax e benessere.

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo