Bronzino artista e poeta

Può suonare decisamente strano, eppure quella che dallo scorso 24 settembre è ospitata a Palazzo Strozzi di Firenze è la prima mostra monografica dedicata a Agnolo di Cosimo Tori, meglio conosciuto come il Bronzino (1502-1772).

Eppure stiamo parlando di colui che è considerato uno dei più importanti pittori del Cinquecento, una delle massime punte d’arte che si sia mai vista alla corte della famiglia dei Medici.

Non poteva pertanto che essere Firenze la città italiana ideale per rendergli finalmente il doveroso tributo, dopo l’omaggio “Drawings of Bronzino” che la primavera scorsa aveva allestito niente di meno che il Metropolitan Museum di New York.

A sottolineare il prestigio dell’iniziativa è il fatto che tra i 70 capolavori esposti si dividono tra opere che già si trovavano nel capoluogo toscano (come agli Uffizi) e lavori che invece sono stati prestati per l’occasione dai più famosi musei del mondo, il Louvre di Parigi e il Kunsthistorisches Museum di Vienna solo per citarne due, e che in molti casi mai prima d’ora erano giunti in Italia.

Un tesoro che lascia esterrefatti tanta è la bellezza, per colui che sotto Cosimo I de’ Medici avrebbe fatto innalzare ancor di più I già storici vertici dell’arte fiorentina. La mostra,che è curata da Cristina Acidini, Soprintendente del Polo Museale fiorentino, Carlo Falciani, fra i maggiori esperti dell’artista, e di Antonio Natali, Direttore della Galleria degli Uffizi, è divisa in capitoli, ognuno dedicato a una fase, a un episodio, o a un genere importante dell’opera del Bronzino.Inoltre per l’occasione sarà mostrata una galleria di opere firmate da artisti strettamente legati al Bronzino, tra i quali citiamo Pontormo, Cellini, Tribolo, Baccio Bandinelli, Pierino da Vinci e Alessandro Allori.

La data ultima per andare a vedere “Bronzino artista e poeta” è fissata per il 23 gennaio 2011.

Orari: tutti i giorni 9,00-20,00 (Giovedì fino alle 23,00).

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo