Sette Stonehenge…riciclati!

1b_carhenge2

Da sempre Stonehenge, il sito neolitico avvolto dal mistero che si trova nel cuore dell’Inghilterra è oggetto di studi, ricerche, teorie. Quello che dal 1986 è stato aggiunto alla lista dei patrimoni dell’UNESCO è anche fonte d’ispirazione per molti artisti. Non tutti sanno infatti che diversi tipi di Stonhenge sono sparsi per il mondo (soprattutto negli States), e i più particolari sono realizzati.. con materiali riciclati! Ecco allora una galleria di creazioni bizzarre che rievocano a loro modo il celebre monumento preistorico. E’ proprio Stonehenge-mania!

5_foamhenge

Quello che richiama più da vicino il “look” di Stonehenge si trova a Natural Bridge, in Virginia, ed è una delle maggiori attrazioni turistiche locali. Si chiama Foamhenge, dove “foam” sta per schiuma: in poche parole è tutto fatto in.. polistirolo!

5_Foamhenge2

Colorato e lavorato ad h.o.c. da Mark Cline di Enchanted Castle Studio, il polistirolo sembra davvero avere il “peso” di una pietra ultra millenaria!

6_phonehenge

L’avreste mai immaginato un uso così originale delle famosissime e rossissime cabine telefoniche “british”? A quanto pare qualcuno sì, visto che a Phonehenge sostituiscono le pietre neolitiche per un’installazione che sicuramente non passa inosservata. Ci troviamo ad Hard Rock Park, un’area di 140 acri di terreno roccioso situato a Myrtle Beach, nella Carolina del Sud. Peccato che a poco più di due anni il Freestyle Music Park (nuovo nome) sia già chiuso!

2_fridgehenge-Copy

Bisogna andare nel Nuovo Messico, a Santa Fe per la precisione, per vedere Fridgehenge. Già il nome tradisce l’elemento base, ovvero una serie di frigoriferi inutilizzati disposti a cerchio, con quelli più in basso decorati da graffiti. Per ricreare una controparte contemporanea al famoso luogo mistico che si trova nel Wiltshire.

4_tankhenge_berlin

Tankhenge è stato costruito dal Mutoid Waste Art Group a Berlino nel 1992. Solo tre anni dopo la caduta del muro di Berlino vicino al Reichstag una serie di dismessi carri armati tedeschi furono dipinti con colori brillanti e quindi impilati uno sopra l’altro a formare archi che ricordassero Stonehenge. Un chiaro messaggio pacifista, che è più esplicito di tante parole…

banksy

Avreste il coraggio di mettere su una riproduzione di Stonehenge non lontano da quello vero? L’artista Bansky l’ha fatto, nel Sacred Space del Glastonbury Music Festival. E per giunta l’ha fatto assemblando.. bagni chimici!!! Non sappiamo se oltre a ricreare un’energia mistica ci sono anche indesiderati movimenti intestinali. Sarebbe una scoperta a dir poco clamorosa!

7_Snowhenge

Non poteva mancare uno Stonehenge tutto di neve! Siamo nel Michigan, e la località non è scelta a caso: infatti a Beaver Island circa 25 anni fa furono rinvenuti i resti di antichissime pietre disposte a cerchio proprio come quelle di Stonehenge, avvalorando alcune ipotesi secondo le quali antiche popolazioni come Vichinghi in qualche modo sarebbero venuti in contatto con questa fredda terra americana.

7_snowhenge2

Vero o no, è indubbio il fascino di Snowhenge, costruito al MacKay-Jaycees Family Park di Grand Rapids. Questa opera di neve è una riproduzione in scala di 1:3 di Stonehenge, dove ciascuno dei pilastri è alto 2 metri, e tutti sono perfettamente allineati, creando un cerchio di circa 9 metri di diametro.

1_Carhenge

Carhenge si trova invece ad Alliance, nello stato del Nebraska, è composto da 38 auto d’epoca provenienti da aziende agricole locali e discariche dove giacevano arruginite e abbandonate. Ci ha pensato Jim Reinders a ridargli nuova vita e con un team di 35 assistenti ha potuto così costruire una sorta di monumento alla memoria di suo padre, un tempo proprietario della fattoria dove “troneggia” Carhenge.

Carhenge

Anche se diversi vicini non hanno ancora “digerito” la bizzarra e ingombrante installazione di Reinders, Carhenge richiama ogni anno circa 80.000 visitatori da ogni parte del mondo, un numero comparabile con quello dell’archetipo in Inghilterra!

Ci sarebbero molti materiali ancora non utilizzati per riproduzioni di Stonehenge: vetro, paglia, lana, fiammiferi, ad esempio. Qualcuno è in ascolto? Ok, noi nel frattempo teniamo gli occhi aperti per le eventuali nuove “versioni”..

Related Blogs

  • Related Blogs on Alliance
  • Related Blogs on Berlino
  • Related Blogs on Carolina
Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo