Rovigno, la città più bella dell’Istria

Decidere dove trascorrere le vacanze non è proprio semplice in quanto al momento della prenotazione sono tanti i dubbi che si assalgono; meglio il mare o la città d’arte? Restare in Italia o partire per l’estero?

Se siete tra la gamma di indecisi e non avete ancora idea di come organizzare il vostro viaggio, una buona soluzione potrebbe essere quella di partire alla volta di Rovigno, una città che riesce a mettere d’accordo tutte le possibili opzioni.

Istriana per territorio, ma profondamente influenzata, sia per la prossimità geografica che per la lunga dominazione, dalla cultura italiana, Rovigno è un giusto compromesso tra le vacanze di are e il soggiorno culturale, tra le bellezze nostrane e la voglia di visitare una città straniera.

Se queste poche righe vi hanno incuriositi e vi siete quasi decisi a partire, allora è bene cominciate a cercare qualche offerta vacanze a Rovigno, visto che negli ultimi anni questa meta è sempre più richiesta.

 

Rovigno: tutto quello che c’è da fare e vedere

 

La bellezza di Rovigno si deve innanzitutto alla sua collocazione; la città sorge proprio a picco sul mare e si contraddistingue per un caratteristico intreccio di vicoli e di stradine lungo le quali si respira un’aria prettamente mediterranea. Ricca di caffè, ristoranti, botteghe e gallerie d’arte, Rovigno sembra quasi sospesa nel tempo, come se qui la modernità non avesse mai portato i suoi lati più negativi.

La storia della città è antica e travagliata il che significa che le sue strade e piazze hanno davvero molto da raccontare ai propri visitatori.

Tra i primi luoghi che generalmente si visitano una volta giunti a Rivigno c’è la Chiesa di Santa Eufemia, un enorme edificio in stile barocco che domina con la sua mole tutto il centro storico. Di qui il passo è breve per visitare le mura della città e le rispettive porte di ingresso o il bel Arco dei Balbi che anticamente aveva il compito di fungere da “sentinella” alla città.

Una delle zone senza dubbio più affascinanti di Rovigno è la città vecchia, posta su quella che anticamente era un’isola; la parte più antica si compone di una serie di vicoli e di stradine, su cui si affacciano monumenti, chiese e piccole casine costruite secondo lo stile di una volta. Anticamente anche questa zona era circondata sa mura e di queste sono giunte a noi tre delle sette porte, ovvero Porta di San Benedetto, Porta sotto il muro e Porta Santa Croce.

Una delle zone più vivaci di Rovigno è via Grisia che collega l’Arco dei Balbi con la Chiesa di Sant’Eufemia; questa strada è molto pittoresca, ricca di gallerie d’arte e di botteghe di artisti. Uno degli eventi d’arte più importanti che si tengono in questa zona è l’omonima mostra d’arte “on the road” organizzata in agosto ; si tratta di una ricca giornata dedicata all’arte, intesa come opere di “grandi” e come “espressione” dei meno esperti.

Tra gli altri edifici che vi consigliamo di vedere ci sono la Chiesa della Santissima Trinità, costruita nel 13esimo secolo, il Monastero Francescano, eretto in stile barocco, e il Museo Civico ospitato presso il palazzo dei conti Califfi.

Da non perdere anche quello che viene considerato come il simbolo della città, ovvero la Batana, una barca a remi a fondo piatto lunga tra i 4 e gli 8 metri e tipica di queste zone. In ultimo tra le bellezze naturali, da non perdere è il Parco Naturale Punta Corrente, primo parco naturale protetto di tutta l’Istria; si tratta del vero e proprio polmone verde della città in quanto si estende per una superficie di ben 52 ha.

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo