Natale in Umbria 2010

Ormai è fatta: da oggi siamo ufficialmente nel mese di dicembre, il mese di Natale. Pian piano strade e piazze cominciano l’una dopo l’altra a vestirsi dei colori sgargianti e delle luci scintillanti della festività più importante di tutto l’anno, il periodo più atteso da tutti noi, e in particolar modo dai bambini. Nei giorni delle Feste si ricrea l’occasione per ritrovarsi intorno a una tavola imbandita, per fermarsi a trascorrere momenti di serenità con i propri cari o magari l’opportunità di organizzare un piccolo soggiorno da qualche parte, per scoprire o riscoprire città e luoghi particolari. L’Umbria può rientrare a pieno titolo tra le mete natalizie per antonomasia, forte di quell’antico retaggio religioso e di quel sentito rispetto dell tradizioni che da sempre la contraddistiguono.

L’Umbria a Natale è davvero suggestiva… in ogni angolo si respira un’atmosfera di pace e serenità. Sarà che nei tanti borghi medievali sono sempre vive le usanze, anno dopo anno, e quasi sembra fermarsi il tempo. Tra i motivi d’orgoglio del cuore verde d’Italia c’è il lungo elenco di rappresentazioni della Natività con Presepi Artistici e Presepi Viventi. Dal giorno della Festa dell’Immacolata, l’8 dicembre, fino al 6 gennaio, l’Epifania, l’Umbria è una miniera ineusaribile di Presepi Viventi: a Perugia nella Basilica di San Domenico, a Spoleto nella chiesa dei Santi Simeone e Giuda, ad Acquasparta, Arrone, Calvi, Cesi lungo le vie cittadine, a Bettona e a Petrignano nelle vie del borgo e ad Avendita (Cascia), dove si rappresenta la suggestiva storia di San Francesco d’Assisi che a Greccio diede vita al primo presepe vivente la notte di Natale 1223.

Se vi sembrano tanti i Presepi Viventi, sappiate che non si contano allora i Presepi Artistici! Ce ne sono davvero di tutti i tipi: personaggi a grandezza naturale li trovate lungo i vicoli di Corciano e nel quartiere di San Martino a Gubbio, mentre a Ferentillo c’è un presepe multiscenico animato con narrazione dei passi del Vangelo di Luca (vincitore della decima edizione di  “Praesepium Italiae”) e a Calvi dell’Umbria ce n’è un altro in terracotta policroma realizzato nel XVI secolo visitabile presso il museo delle Orsoline. Addirittura un presepe meccanico con 140 statue in movimento a Penna in Teverina, e singolari per “location” sono quello monumentale a Città della Pieve allestito nei sotterranei del rinascimentale palazzo della Corgna, e poi c’è il Presepe nel Pozzo, ad Orvieto, realizzato nelle grotte sotterranee etrusche del pozzo della Cava. Presepi artistici anche nel centro storico di tante altre splendide cittadine umbre, come Spoleto, Norcia, Cascia, Assisi, Foligno e Spello.

Si possono considerare come due veri e propri eventi a livello nazionale  e internazionale rispettivamente i Presepi d’Italia di Massa Martana e la Mostra di Arte Presepiale a Città di Castello. I Presepi d’Italia, ovvero la Mostra Nazionale del Presepe Artistico, è una iniziativa che coinvolge annualmente più di cento espositori da tutte le regioni d’Italia, nessuna esclusa. La IX° edizione aprirà i battenti il giorno della Vigilia di Natale, e fino al 6 gennaio sarà possibile ammirare una lunga serie di originali opere (l’anno scorso parteciparono furono oltre 150, tra cui due da record, il presepe di ghiaccio e  quello di cartapesta  più grandi del mondo!). Di respiro ancora più ampio è la Mostra Internazionale di Arte Presepiale a Città di Castello: XI° edizione nel 2010 per la rassegna di presepi che arrivano da tutto il mondo. Nazione ospite di quest’anno è l’Africa con 35 presepi provenienti dal museo Etnografico di Verona e da collezioni private dell’Italia centrale.

nataleumbria2

Se nel mese di Dicembre vi trovate nella città di Assisi, approfittatene per non perdere lo straordinario musical “Chiara di Dio“, sul palcoscenico del Teatro Metastasio fino alla fine dell’anno, dopo aver registrato un incredibile successo di pubblico. La storia di Santa Chiara rivive in una versione musicale che unendo un tema dalla grande profondità spirituale ad un allestimento sensazionale, mai come a Natale può acquistare e far esplodere tutta la forza del suo messaggio d’amore e di pace.

Imperdibile anche Soul Christmas- Umbria Gospel Festival 2010-2011: il giorno della Festa dell’Immacolata va in scena l’anteprima di questa kermesse musicale che ogni anno incontra alla grande i favori del pubblico. Non potrebbe non essere così: la musica che tocca l’anima ben si adatta all’atmosfera natalizia, e continuerà a far vibrare le sue calde note fino al 6 Gennaio 2011, non prima di aver emozionato, secondo la riuscita formula itinerante, nei  teatri e nelle chiese dei molti paesini che si affacciano sulle rive del Trasimeno.

Chi è a Gubbio invece non potrà fare ameno di notare quello che dal 7 dicembre illumina  la città e tutta la zona circostante. Non potrebbe  non essere così, dato che parliamo dell’Albero di Natale più grande del mondo, una tradizione umbra che si ripete ormai dal 1981. Numeri da guiness dei primati per le 800 sorgenti luminose adagiate sulle pendici del Monte Ingino, i 650 metri in altezza e gli 8.500 metri di cavi utilizzati per i collegamenti. Rimarrete a bocca  aperta nel vedere un simile spettacolo. Ricordate però che avete però tempo fino al 9 gennaio 2011.

narninatale

.. E non ci siamo voluti soffermare per una volta sull’infinito elenco di Mercatini di Natale che caratterizzano più che mai il Natale in Umbria: li lasciamo scoprire a voi per una volta! I racconti/resoconti più belli e interessanti siamo disposti a pubblicarli sul nostro blog!

Per quanto riguarda invece la scelta e la prenotazione di b&b e hotel in Umbria in occasione delle festività natalizie, beh, il sito Bella Umbria vi offre la scelta più ampia possibile per tipologia di struttura, offerte e prezzi. Buona vacanza in Umbria, allora, e naturalmente.. Buon Natale!

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo