Viaggio nel cinema.. su due ruote

Per iniziare l’anno a tutto gas, un giro in Vespa ci sta alla grande! Soprattutto se col mitico scooter ci apprestiamo a fare un appassionante viaggio niente di meno che nella storia del cinema: tutto questo è possibile, ancora per pochi giorni, al Museo Piaggio Giovanni Alberto Agnelli di Pontedera (Pisa), dove è attualmente ospitata la mostra “La Vespa e il Cinema”. L’ iniziativa, tanto originale quanto interessante, esalta il mito dell’imitatissimo modello di scooter Made in Italy, che è legato molto più di quanto si possa credere alla Settima Arte.

L’occasione è quella di fare un tuffo nella storia e nei costumi del recente passato, italiano in primis: eh sì, perchè sin da quando è stata brevettata nel lontano 23 aprile 1946, la Vespa ha trasportato generazioni e generazioni di persone, sempre con il suo elegante ed inconfondibile look. Negli ultimi sessant’anni in sella a questo gioiellino su due ruote si è passati dalla ripresa del dopoguerra al boom economico degli anni Cinquanta, dalla “Dolce Vita” al rivoluzionario ’68, dagli edonostici anni Ottanta ai difficili giorni d’oggi, un pò con la stessa disinvoltura con la quale la si guida.

Grazie al cinema, con cui è stato amore a prima vista (chi non ricorda il giro per la Capitale in Vespa di Audrey Hepburn e Gregory Peck in “Vacanze Romane”?), il mito dello scooter della Piaggio si è consolidato ancora di più, rilanciando nello stesso tempo a livello mondiale la creatività e l’unicità del Made in Italy: merito anche della infinita lista di stelle del mondo in celluloide che nel corso del tempo sono state immortalate a bordo di una Vespa, sia per esigenze di copione che per sfuggire nel traffico agli immancabili “paparazzi”.

L’ingresso gratuito dovrebbe invogliare ancora di più a inserire la mostra toscana nella propria wishlist degli appuntamenti culturali da non perdere in questo 2011 appena iniziato. Vedere per credere le 150 locandine e le 200 foto prese dai set di celeberrimi film (è prevista peraltro la proiezione di alcuni dei titoli che più hanno contribuito alla “leggenda” della Vespa), manifesti, documentari, spot pubblicitari e modelli di Vespa che in sessant’anni hanno fanno costume sfrecciando in lungo e largo per lo Stivale e non solo.

I touch-screen installati all’interno della mostra propongono le sequenze più significative di un centinaio di film che hanno per protagonista indiscussa la Vespa. La compagine tricolore è ricca e nutrita ( “Domenica d’agosto” e “Caro diario”  su tutti), ma non mancano i giri newyorchesi di  Jude Law e  Nicole Kidman rispettivamente in “Alfie” e “The Interpreter”. La Vespa fa comparsate persino nelle produzioni asiatiche di Bollywood, mentre ultima in ordine di tempo è la sua apparizione con George Clooney nel recentissimo “The American”.

La mostra, realizzata dalla Fondazione Piaggio in collaborazione con il Centro Multimediale del Cinema e il Viareggio EuropaCinema, è stata inaugurata lo scorso 5 novembre e saràaprta al pubblico per pochi giorni ancora, fino al 15 gennaio per l’esattezza. Non c’è tempo da perdere!

Per approfondire il magico rapporto tra lo scooter più famoso del mondo e la “fabbrica dei sogni” , sappiate che la mostra “La Vespa e il Cinema” è visibile dal martedì al sabato, dalle ore 10.00 ore 18.00.

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo