Una giornata a Parma

Quando ci si trova nella situazione di avere già visto e rivisto le più famose e rinomate città e località italiane e straniere, ci si mette alla ricerca di idee turistiche innovative.

Tra le città italiane più sottovalutate da questo punto di vista rientra Parma, città di 190.000 abitanti appartenente alla regione Emilia Romagna.

Il buon cibo e le importanti industrie ed università le conferiscono un’immagine di un certo prestigio, anche se la sua rilevanza dal punto di vista turistico non raggiunge picchi molto elevati.

Sia chiaro: Parma è una città a misura d’uomo e dotata di un centro storico molto piccolo, dunque è consigliabile dedicare alla sua visita non più di una giornata, massimo due.

Cominciando il proprio tour dalla stazione ferroviaria di Parma, facendo solo pochi passi ci si ritrova immersi nel Piazzale della Pace, immensa area verde che sorge al cospetto del maestoso Palazzo della Pilotta, affascinante agglomerato di edifici. Esso ospita la Biblioteca Palatina, tre importanti musei, tra i quali la prestigiosa Galleria Nazionale, e infine  il famoso Teatro Farnese (celebre in quanto interamente realizzato in legno).

Uscendo dal Piazzale della Pace ci si imbatte nella Chiesa della Steccata, edificio religioso di modeste dimensioni ma affascinante, e in uno dei più importanti teatri neoclassici d’Italia, ossia il Teatro Regio.

Da qui, orientandosi con  cartelli stradali presenti, è possibile raggiungere in 5 minuti Piazza del Duomo. Tale piazza contiene i monumenti più conosciuti e rappresentativi della città, ossia il Duomo e il Battistero. La cupola della Cattedrale, dipinta nientemeno che dal Correggio, merita sicuramente di essere visitata, così come i meravigliosi interni del Battistero. A pochi passi da questi due meravigliosi esempi architetturali si trova la Chiesa di San Giovanni Evangelista, anch’essa dotata di una cupola dipinta dal Correggio ma anche di affreschi del Parmigianino.

Altri luoghi della città da visitare sono Piazza Garibaldi, cuore pulsante della vita parmigiana e il Parco Ducale, area verde contenente il Palazzo Ducale.

Per pranzare o cenare, poi, non c’è che l’imbarazzo della scelta in quanto a ristoranti di ottima qualità, dato che l’aspetto culinario è appunto uno dei punti di forza di Parma.

Anche se naturalmente non regge il confronto con le più affascinanti e celebri città italiane, Parma può dunque essere un’idea per coloro che sono alla ricerca di località degne di nota dal punto di vista artistico-culturale ma che non siano le solite note.

 

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

  • Tag

  • I siti che seguiamo